WhatsApp, attenzione all’immagine del profilo: spunta una nuova truffa

0

Su WhatsApp una semplice immagine del profilo potrebbe mettervi nei guai, occhio quindi alla truffa. Andiamo a vedere in cosa consiste il tranello.

Whatsapp truffa
Come evitare i malintenzionati (Screenshot)

Siamo in periogo natalizio e specialmente su internet bisogna fare molta attenzione. Infatti proprio durante le festività aumenta il rischio di andare ad incontrare una truffa, specialmente su WhatsApp dove diversi malintenzionati fanno partire delle vere e proprie catene di Sant’Antonio solamente per estorcere dei soldi. Così con i truffatori in agguato sono arrivate diverse segnalazioni di un nuovo raggiro che sta prendendo piede sull’applicazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Meteo, sole su gran parte dell’Italia: nuova perturbazione nel weekend

Infatti l’app del gruppo Facebook è la più utilizzata al mondo nel settore della messaggistica e proprio per questo motivo i truffatori cercano di fare pesca grande nei vari gruppi presenti sulll’applicazione. Il colosso dei messaggi istantanei, infatti, ad oggi conta la bellezza di due miliardi di utenti, un quarto della popolazione mondiale, un’utenza ineguagliabile per le applicazioni concorrenti. Secondo i vari utenti, la truffa che sta girando nuovamente è quella dell’immagine del profilo, andiamo a vedere in cosa consiste.

WhatsApp, spunta la truffa dell’immagine del profilo: come difendersi

WhatsApp truffa
Come evitare tutti i malintenzionati (Foto: Facebook)

Come abbiamo anticipato, con l‘arrivo del Natale si stanno intensificando anche le truffe presenti sulle varie applicazioni, e WhatsApp è una delle app in cui si aggirano più malintenzionati. Infatti sull’applicazione in questo periodo sono diverse le truffe in atto e tra queste troviamo la solita, quella dell’immagine del profilo. Anche l’escamotage per adescare gli utenti rimane lo stesso, ossia creare un account fake della persona a cui il truffatore ha deciso di estorcere il denaro.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Messina Denaro, l’esperto in criminologia forense: “Non è lontano da casa”

In qualche modo, ancora sconosciuto ai più esperti, i truffatori riusciranno ad entrare in contatto con gli altri utenti della rubrica, contattandoli. Il messaggio sarà una richiesta di ricarica Postepay, fingendo di essere la persona presente nell’immagine del profilo. I truffatori poi fingeranno un’emergenza in cui solo una ricarica sulla carta prepagata permetterà di risolverla.

Una volta riusciti a rubare tali soldi, il truffatore bloccherà l’utente evadendo dai futuri controlli. Per questo consigliamo ai nostri lettori di fare molta attenzione, specialmente su WhatsApp e di evitare di rispondere a messaggi in cui viene richiesta una ricarica Postepay. Solamente ignorando il truffatore riusciremo ad evitare la perdita di denaro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui