Cashback, clamorosa beffa in arrivo per gli italiani?

Cashback, attenti: potrebbe esserci una spiacevole sorpresa a fine ‘corsa’. La notizia fa già infuriare gli italiani. 

cashback reddito cittadinanza
Cashback (Getty Images)

Cashback, attenti alla beffa: e se non ci fossero i soldi per tutti gli utenti registrati? E’ questo l’ultimissimo dubbio che giunge dal fronte economico dopo l’impennata di richieste in Italia e il budget stanziato dal governo per quest’iniziativa. A lanciare l’allarme è il Corriere dello Sport, evidenziando come si rischia l’implosione qualora tutti gli aderenti o quasi dovessero raggiungere il tetto massimo di 150 euro.

Contributo bonus
soldi euro (via Pixabay)

Cashback, non ci sono soldi per tutti?

A quel punto – evidenzia il quotidiano – sarebbero due gli scenari: riconoscere il rimborso solo a un italiano su tre – con gli altri due che, immaginiamo, verrebbero pagati successivamente – o scalare il totale massimo ad appena 50 euro così da accontentare tutti. Una situazione che sta già creando non poche polemiche e che metterebbe il Premier Conte e il suo team in una posizione difficilissima.

Potrebbe interessarti anche —-> Crisi di governo, l’opposizione pensa a Draghi per il dopo Conte

Il tutto perché, sempre se di dovesse raggiungere il bottino pieno, si arriverebbe a un tesoretto di 228 milioni di euro. 227 per la precisione. Il tutto diviso per 4.2 milioni di italiani: in troppi per le casse governative. Il rischio che si intaschi appena 50 euro, tuttavia, sembrerebbe concreto e già preventivato come si apprende dal decreto numero 156 del 24 novembre 2020: “Qualora la predetta risorsa finanziaria non consenta il pagamento integrale del rimborso spettante, questo è proporzionalmente ridotto”. 

Leggi anche —-> Cashback, il trucco per farlo funzionare anche con Amazon

Ma al contempo, mentre giungono comunque rassicurazioni da Palazzo Chigi, gli iscritti crescono eccome: questi sarebbero già 4 milioni e 456 mila e 597, per un totale di transazioni elaborate pari a 4.257.342. I cittadini che avrebbero raggiunto già 10 transazioni, e che hanno già diritto al rimborso, sarebbero 151.218. Cosa succederà dunque? Staremo a vedere a brevissimo.