Recovery Plan, annullato incontro tra Renzi e Conte

0

Recovery Plan, l’incontro tra Renzi e il premier Conte per discutere della stabilità del governo è stato annullato a causa dell’assenza del Ministro Bellanova. 

Getty Images

Un confronto tra il leader di Italia Viva Matteo Renzi e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per verificare lo stato attuale della maggioranza di governo, messa in discussione recentemente dall’ex premier. Un incontro che però è saltato, anche se fonti governative fanno sapere che si terrà al più presto. Il motivo alla base di questo attualmente risiede nell’assenza della Ministra Teresa Bellanova, attualmente a Bruxelles. Resta il fatto che il Recovery Plan continua a rappresentare un tema di forti tensioni all’interno dell’esecutivo. Il premier però rassicura gli alleati sostenendo che le modalità con cui verranno spese queste risorse saranno stabilite in modo collegiale. Implicito dunque il messaggio che Conte ha intenzione di fare di testa sua, come più volte è stato accusato nelle ultime settimane dopo la sua decisione di creare una task force ad hoc sui fondi stanziati dal Recovery Plan. 

Leggi anche: Scalfarotto (Italia Viva) a iNews24: “Sulla cabina di regia nessun compromesso”

Recovery Plan, Renzi: Stiamo facendo una battaglia per le idee”

Getty Images

In un’intervista che ha concesso in questi giorni alla Stampa, il premier ha etichettato come semplici “fesserie” le dichiarazioni di chi lo accusa di voler abusare dei suoi poteri. Non ha però nascosto la possibilità che vengano varate nel periodo di Natale ulteriori misure restrittive allo scopo di evitare una terza ondata di contagi.

Leggi anche: Covid e Natale, regna l’incertezza: il Governo studia le misure da prendere

I toni polemici di Renzi non accennano però a placarsi. In una delle sue ultime E-news ha spiegato infatti che “stiamo facendo una battaglia per le idee, non per le poltrone: all’incontro verranno anche le ministre, che sono pronte a rimettere il mandato, se serve. Perché chi dice che noi facciamo confusione per avere mezza poltrona in più deve prendere atto che noi siamo l’unico partito che è pronto a rinunciare alle poltrone, non a chiederle”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui