L’assassino di Twitter condannato a morte in Giappone, ha smembrato 9 persone

0

L’assassino di Twitter è stato condannato a morte. E’ questo il nome con cui è ormai famoso alla cronaca il 30enne Takahiro Shiraishi. Pluriomicida. 

I social network sono un posto incredibile dove succede davvero di tutto. Mediante i social, infatti, possiamo riprendere i contatti con delle persone del passato, ma anche fare nuove amicizie. Informarsi, giocare, divertirsi, perdere un po’ di tempo. Ma, specchio della società moderna, i social network sono anche un luogo dove dei malfattori e delle persone estremamente pericolose operano, per fare del male agli altri. Proprio come nella realtà, è necessario fare molta attenzione a tutto quello che si fa e ai rischi enormi verso cui si va incontro interagendo con certi tipi di persone. Ed è quello che è accaduto in Giappone, dove negli ultimi anni una serie di crimini efferati sono stati perpetrati da colui che è passato alla cronaca con il nome di “assassino di Twitter”.

Potrebbe interessarti anche —-> Trapani, blitz antimafia: arrestate persone vicine a Matteo Messina Denaro

L’assassino di Twitter condannato a morte in Giappone, ha smembrato 9 persone

Il suo vero nome è Takahiro Shiraishi ed è un 30enne giapponese. Vive vicino a Tokyo e negli ultimi anni aveva utilizzato Twitter come luogo per pescare le proprie vittime. Presentandosi come l’impiccatore, prometteva a chi si sentiva depresso una soluzione ai suoi mali.

Leggi anche —-> Striscia la Notizia: l’ex inviato condannato per truffa, la sentenza

Incontrata la vittima procedeva ad ucciderla e a farla a pezzi, nascondendola nel congelatore di casa. Sono state ben 9 le sue vittime, tra i 16 e i 23 anni. Accusato nel 2018, ora arriva la condanna definitiva. Una condanna a morte, per l’assassino di Twitter.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui