New York, spara sui passanti davanti a una chiesa: ucciso dalla polizia

A New York un uomo è stato ucciso dalla polizia dopo che aveva iniziato a sparare sulla folla in prossimità di una chiesa. 

Getty Images

Una nuova morte che riporta la polizia americana sotto i riflettori del mondo, anche se stavolta va precisato che non sembra esserci alcuno scandalo. A New York infatti un uomo è stato ucciso da alcuni agenti di Polizia nella giornata di domenica. L’episodio si è verificato sui gradini della Cattedrale di San Giovanni il Divino a seguito di uno scontro a fuoco. Edward Riley, portavoce del Dipartimento di Polizia della città, ha riferito che all’improvviso un assalitore, ovvero la vittima, ha iniziato a sparare contro la folla e le forze dell’ordine giunte in seguito sul luogo. Nessun passante o agente è rimasto ferito, mentre l’uomo è morto poco dopo essere stato trasportato in Ospedale. 

Leggi anche: New York, distrutto il Lazio Club: è la seconda volta in un anno

New York, l’assalitore era armato e con precedenti penali

Getty Images

L’annuncio ufficiale del suo decesso è stato dato da Dermo Shea, attuale capo della Polizia di New York, che inoltre lodato il comportamento dei suoi agenti, definendoli dei veri e propri eroi. Alcuni quotidiani americani riferiscono che la vittima al momento di iniziare lo scontro, era armato di due pistole e di uno zaino al cui interno vi era una tanica di benzina, del nastro isolante, una corda, coltelli e una Bibbia.

Leggi anche: New York, auto contro manifestanti “Black Live Matters”: diversi feriti

Sembra che l’assalitore, che aveva già dei precedenti penali, abbia iniziato ad aprire il fuoco contro i passanti subito dopo che davanti alla chiesa aveva iniziato ad esibirsi un coro natalizio, che aveva attirato una folla di circa duecento persone.