Covid, Toti: “Lockdown a Natale? È una proposta surreale”

0

Covid, ipotesi nuovo lockdown per il periodo di Natale. È arrivato a tal proposito il commento del governatore Giovanni Toti 

covid lockdown
Le parole del Presidente della Liguria Giovanni Toti sul possibile lockdown di Natale col Covid (Getty Images)

Continuano a preoccupare i numeri relativi al Covid in Italia e nel mondo. Dalla giornata di ieri, sono state allentate alcune restrizioni e molte regioni sono passate in zona gialla. Questo ha comportato un vero e proprio “liberi tutti”, con le principali vie dello shopping prese d’assalto dai cittadini.

Scene che hanno fatto riflettere il Governo, che ora sta pensando ad un irrigidimento delle misure per il periodo di Natale. Sono in corso in queste ore alcuni vertici, con l’idea di applicare una sorta di lockdown proprio per i giorni più cruciali. A tal proposito, è intervenuto il governatore della Liguria Giovanni Toti con un post su Facebook, dimostrandosi piuttosto contrario alla possibile decisione del Governo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lockdown a Natale, Cts: “Servono misure più rigide”

Covid, Toti: “Lockdown sarebbe assurdo”

nuovo dpcm regioni
Il governo ne ha parlato oggi con il Cts (Foto: Getty)

Il governatore della Liguria Giovanni Toti si è detto abbastanza sicuro sulla possibile decisione presa dal governo di applicare una sorta di lockdown per il periodo di Natale. “Sarebbe una soluzione surreale, preannunciato dal Governo quasi come fosse un piacere penitenziale, come se gli italiani dovessero venire puniti perché hanno voglia di acquistare qualche regalo per rendere le feste meno amarele sue parole su Facebook: “Trovo questa pretesa di dividere il Paese tra chi combatte il Covid e chi guarda all’economia una cosa assurda e inguardabile”.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Arabia Saudita: esplode petroliera al largo di Gedda: le cause

È un peccato consentire a negozi, ristoranti e bar di rimanere aperti e sopravvivere? Dove il contagio lo consente, secondo me assolutamente no. Lo è per chi sogna un Paese basato sul reddito di cittadinanza. Ricordiamoci che in Italia ci sono più di 5 milioni di poveri, e quando a marzo terminerà il blocco sui licenziamenti sarà anche peggio” ha concluso Toti su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui