Dpcm, Boccia: “Spostamenti a Natale? D’accordo con Speranza”

0

Nuovo Dpcm, è caos sugli spostamenti a Natale. Il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ne ha parlato a Sky TG24

spostamenti natale
Spostamenti a Natale, l’opinione del ministro Francesco Boccia (via Pixabay)

Spostamenti a Natale sì o no? È questo uno dei temi principali di cui si sta discutendo da diversi giorni. Il periodo di festività è ormai prossimo, e pare che il governo sia pronto a concedere la libertà di spostarsi tra Comuni anche durante i giorni clou di dicembre.

Diverse figure si sono mostrate favorevoli alla proposta, altre meno. Tra queste ultime, c’è anche il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, che ha affrontato il tema ai microfoni di Sky TG24. “Se il Parlamento deciderà di rimuovere ogni vincolo agli spostamenti su tutti i Comuni, ci troverà contrarissimile sue parole:Sono d’accordo con il ministro Speranza, poi ovviamente noi non possiamo far altro che dare un parere, il Parlamento è sovrano“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, l’annuncio del ministro Speranza: “Vaccinazioni al via a gennaio”

Dpcm, spostamenti a Natale ma non solo: le parole di Boccia

dpcm boccia
Queste le parole del ministro (Getty Images)

Tanti i temi da discutere relativi all’ultimo Dpcm. Oltre agli spostamenti a Natale concessi tra Comuni, sono altri i punti ancora poco chiari e di cui ha parlato il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ai microfoni di Sky TG24. “Chi allenterà i vincoli, dovrà metterci la faccia e rispondere della scelta davanti alle famiglie italiane che soffronoha spiegato: “Essere in zona gialla vuol dire aver ripreso controllo della curva epidemiologica, non di certo che siamo fuori dalla terza ondata“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Spostamenti Natale, il Governo ci ripensa: via libera a chilometraggio

Proprio sull’attuale andamento del Covid in Italia, poi, il ministro Boccia non ha fatto troppi giri di parole.Siamo ancora nella fase più critica, non ne siamo usciti di certo. Col colore giallo, l’attenzione deve essere ancora tantaha concluso: “Se i comportamenti non continueranno ad essere rigorosi, prepariamoci alla terza ondata“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui