Covid, si cura con l’idrossiclorochina: la sentenza del Consiglio di Stato

0

Covid, si cura con l’idrossiclorochina: la sentenza del Consiglio di Stato. Accolto il ricorso di un gruppo di medici sul farmaco utilizzato per neutralizzare gli effetti del coronavirus

Idrossiclorochina
Covid, si cura con l’idrossiclorochina: la sentenza del Consiglio di Stato (Foto: Getty)

Il Consiglio di Stato si è espresso positivamente sull’utilizzo dell’idrossiclorochina per la cura del Covid-19. Il Sì arriva dopo un ricorso presentato da un gruppo di medici di base e ha sospeso la nota del 22 luglio 2020 dell’Aifa che vietava la prescrizione off label. Ciò significa un uso non previsto dal bugiardino, dell’idrossiclorochina per la lotta al coronavirus.

Il farmaco può essere preso solo su prescrizione medica e non è rimborsabile. Arriva così un punto definitivo alla lunga questione sull’utilizzo del prodotto per la cura delle infezioni da Covid. Durante il corso degli ultimi mesi si è fatto un gran discutere su quali potessero essere effettivamente i farmaci giusti per bloccare i sintomi causati dal nuovo patogeno cinese. In molti si erano espressi in modo contrario all’utilizzo dell’idrossiclorochina, testimoniando anche una serie di test che non garantivano effetti sicuri nell’annullare i problemi causati dal virus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, ritardo per Sanofi-Gsk: arriverà a fine 2021

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, anche in Germania torna il lockdown dopo Natale: l’annuncio

Covid, si cura con l’idrossiclorochina: la conferma del Consiglio di Stato

Cura covid
Covid, si cura con l’idrossiclorochina: la sentenza del Consiglio di Stato (Foto: Getty)

Fermo restando che i vaccini rimangono al momento l’unica vera arma per poter fermare il propagarsi del coronavirus, non va dimenticato come alcuni ricercatori hanno promosso la clorochina e l’idrossiclorochina per il trattamento del Covid. Esse aiuterebbero la prevenzione delle malattie da una varietà di microrganismi, tra cui il SARSCov2. L’idrossiclorochina, secondo esperimenti medici condotti in diversi Paesi, può inibire la replicazione del SARSCov2 in vitro. Alcuni studi osservazionali hanno suggerito benefici nell’uso del farmaco per il trattamento del Covid-19, mentre altri rapporti di trattamento hanno descritto risultati contrastanti. Ciò non toglie che ormai sia effettivamente rientrata nella serie di protocolli utilizzati negli ospedali, pur perdendo nel corso degli ultimi mesi di consistenza. Ormai esistono altre forme meno pesanti e più sicure per aiutare i pazienti che presentano sintomi particolarmente gravi, ciò non toglie cha tra questi c’è anche l’idrossiclorochina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui