Mes, approvata la riforma ma restano tensioni sul Recovery Plan

0

La riforma del Mes è stata finalmente approvata nonostante le tensioni interne al Movimento 5 Stelle. 

Getty Images

La riforma del Mes è stata finalmente approvata.

Non fosse però che al suo interno, non sono incluse le risorse stanziate dall’Unione Europea per supportare il settore sanitario in questa difficile emergenza scatenata dalla pandemia di coronavirus. In ogni caso, la ratifica del provvedimento non arriverà prima dei primi di Marzo. E non poteva esserci momento migliore per il Movimento 5 Stelle per iniziare una media mediazione con l’ala più dissidente del partito, che continua a dichiararsi contraria a questa decisione. Uno scontro che potrebbe persino arrivare a mettere a rischio la tenuta stessa della maggioranza di governo. I voti in Senato sono stati 156, e nonostante alcune assenze entro la compagine pentastellata, il rischio è che nei prossimi passaggi, anche per quanto riguarda la Legge di Bilancio, si possa anche non raggiungere la maggioranza dei voti necessari. 

Leggi anche: 5 Stelle, tensioni sulla riforma del Mes durante assemblea deputati

Conte chiede alla maggioranza un percorso condiviso

Getty Images

Oltretutto, le tensioni sul Recovery Plan non accennano a placarsi e chiarimenti o dichiarazioni pubbliche in merito da parte del governo non sono ancora arrivate. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha chiesto alla maggioranza di lavorare in sinergia e condivisione. Resta però il fatto che nonostante sia arrivato l’ok sulla riforma del Mes, nessun via libera è invece giunto sulla task force da trecento persone che il premier ha intenzione di istituire allo scopo di creare una strategia che permetta di spendere i fondi europei con il massimo dell’efficienza. Alcune indiscrezioni riferiscono che sia Conte che il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri siano disposti a cambiare idea sulla questione. A patto però che venga comunque creata una struttura snella per la gestione dei fondi.

Leggi anche: Governo, è pressing sulle restrizioni agli spostamenti tra comuni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui