Omicidio Willy, fratelli Bianchi accusati di spaccio di droga

0

I Fratelli Bianchi, tra gli accusati dell’omicidio del giovane Willy, sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare per un’indagine di droga. 

Twitter

Si trovano attualmente in carcere per l’omicidio di Willy, un ragazzo rimasto ucciso durante una rissa mentre tentava di difendere un suo amico. Una tragedia che ha avuto un’ampia risonanza mediatica, che si è in seguito concentrata contri Fratelli Bianchi, accusati di questo atroce delitto. E adesso, i due sono anche stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare arrivata da un’operazione antidroga a Roma, che si è conclusa con un blitz che ha portato all’arresto di sei persone. Le indagini, che sono state condotte dai Carabinieri di Velletri, hanno portato ad accertare l’esistenza di una rete criminale che si occupava della spaccio di droga nella zona. Un gruppo che non esitava a ricorrere alla violenza laddove ci fossero da intimorire ad esempio consumatori insolventi. Le persone arrestate sono adesso accusate di di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e tentata estorsioni. 

Leggi anche: Donna travolta e uccisa da un treno: indagini in corso

Salerno, 50enne accusato dell’omicidio della badante della madre

Getty Images

In provincia di Salerno, alcuni giorni fa una donna moldava era stata ritrovata morta nella vasca da bagno dell’abitazione in cui lavorava come badante. E adesso del suo omicidio è accusato un uomo di cinquanta anni, che convive con l’anziana madre assistita dalla donna. Le indagini stato coordinate dalla Procura di Salerno e da quando si apprende, l’ipotesi è che si sia trattato di un delitto passionale. Secondo gli inquirenti l’uomo si era invaghito della donna uccidendola in preda a un raptus di gelosia. La storia risale allo scorso Marzo, e dunque nel periodo in cui il nostro paese si trovava in pieno lockdown a causa dell’emergenza sanitaria scatenata dal coronavirus. 

Leggi anche: Tragedia a Savona: uccide la figlia della compagna e si suicida

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui