Occupazione, tasso stabile al 58%: disoccupazione in aumento tra i giovani

0

Il tasso di occupazione ad ottobre resta stabile al 58%, mentre aumenta al 30.3% la disoccupazione tra i giovani: il rapporto dell’Istat

Nel mese di ottobre il numero di occupati è diminuito leggermente rispetto al mese prima, ma sono aumentati anche i disoccupati e calati gli inattivi.

La flessione dell’occupazione, pari allo 0,1% (-13 mila unità), da un lato è dovuta all’aumento tra le donne, i dipendenti a tempo indeterminato ed i giovani tra i 25 ed i 34 anni. Dall’altro lato abbiamo la diminuzione fatta registrare tra gli uomini, i dipendenti a termine, gli indipendenti e tutte le altre classi d’età. Il tasso di occupazione resta complessivamente stabile al 58%. Il tasso di disoccupazione è stabile al 9,8% e tra i giovani sale al 30,3%.

Aumentano gli uomini under 50 in cerca di un lavoro (+0,4%, pari a +11mila unità), mentre tra le donne e gli over 50 abbiamo una leggera diminuzione. Il calo degli inattivi, pari a 26mila unità, è causato da una diminuzione tra donne ed i 25-49enni. Il tasso di inattività resta invariato al 35,5%.

LEGGI ANCHE—> Rapine in banca, calo per oltre il 56% nei primi nove mesi del 2020

Occupazione, aumento su base trimestrale

Pubblica Amministrazione

Il livello di occupazione, nel trimestre agosto-ottobre, segna un +0,5% (115 mila unità) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel trimestre aumentano anche le persone in cerca di lavoro (+5,1%, pari a +120mila), mentre calano di 289mila unità gli inattivi.

Ad ottobre le ore pro capite lavorate sono pari a 35, quindi inferiori di 0,8 ore rispetto allo stesso mese del 2019.

Nell’arco dell’intero anno, sono in aumento sia le in cerca di lavoro (+1,7%, pari a +43mila unità), sia gli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+1,9%, pari a +257mila).

LEGGI ANCHE—> Turismo in Italia, calo del 49% nel 2020: è crisi totale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui