Covid, Locatelli conferma: “Due vaccini come regalo di Natale”

0

La situazione Covid-19 in Italia migliora ed il presidente del Css, Franco Locatelli, conferma che a Natale arriveranno due vaccini.

Covid Locatelli
Il presidente del Consiglio Superiore della Sanità conferma la notizia (Foto: Getty)

Ottime notizie arrivano per l’Italia e per il mondo intero sul fronte vaccini Covid-19, infatti nella serata di ieri Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore della Sanità, ha confermato il possibile arrivo di due farmaci per Natale. Ospite al programma di Fabio Fazio, Che Tempo Che Fa, Locatelli ha confermato che due vaccini potrebbero essere il nostro regalo di Natale più grande.

Intervistato dal presentatore Rai, il presidente del Css ha affermato che la prossima settimana i due farmaci he usano la metodologia dell’Rna virale saranno sottoposti all’Ema, Agenzia del Farmaco Europea ed ente regolarotore per tutti i nuovi farmaci. I due sieri così potrebbero essere approvati per Natale, con le vaccinazioni che potrebbero partire già per Gennaio dell’anno nuovo. Ovviamente i due vaccini in questione sono quelli di Pfizer e Moderna, oramai giunti allo stadio finale.

Si fa sempre più grande lo spiraglio di luce, pronto a portarci al termine di questo incubo durato un anno e che ha messo in ginocchio l’intero pianeta. Locatelli, inoltre, ha riportato i numeri in miglioramento in Italia, con grossi cali nella percentuale di tamponi positivi, ricoveri e soprattutto terapie intensive. Andiamo quindi a vedere le parole di Franco Locatelli da Fabio Fazio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coprifuoco anche a Natale, Speranza non molla

Covid, Locatelli a Che Tempo Che Fa: “Segnali di speranza, ma si allunga la lista di decessi e contagi tra medici”

covid locatelli
Le parole di Franco Locatelli (Foto: Facebook)

L’Italia a mesi dall’inizio della seconda ondata vede così i primi spiragli di luce, anche se continua ad allungarsi la lista di contagi e decessi di coloro che lottano in primo piano contro la pandemia, i medici. Infatti ad oggi sono ben 221 i medici che hanno perso la vita a causa del Covid-19, nonostante il grande lavoro del ministro Speranza nell’aver trovato rapidamente delle soluzioni per avviare il monitoraggio dei rischi sul territorio.

I complimenti a Speranza sono arrivati da Filippo Anelli, presidente della Federazione degli Ordini dei medici. Anelli però ha espresso anche tutta la sua preoccupazione al ministro per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini. Fortuantamente in questi mesi di lotte alla pandemia, si è allentata la pressione negli ospedali, specialmente nelle regioni più critiche ed in cui è stata introdotta la linea di restrizioni più severe.

Infine, Anelli ha concluso che la preoccupazione più grande è che al termine della pandemia, si aggiungano i morti per altre patologie. Infatti sono a rischio tutti coloro che hanno patologie oncologiche, cardiovascolari, per i traumi e malattie croniche curate con ritardo. Proprio per questo motivo, Speranza ha nuovamente invitato tutti a passare un Natale all’insegna della sobrietà, visto che siamo nel mezzo di un’epidemia significativa.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, Antonelli: “Di negazionisti ne abbiamo curati, poi chiedono scusa”

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui