Agrigento, un Postamat impazzito regala banconote: le cifre erogate

0

Agrigento, un Postamat impazzito regala banconote: le cifre erogate erano anche di 1.500 euro superiori a quanto digitato dai correntisti

Postamat impazzito
Agrigento, un Postamat impazzito regala banconote: le cifre erogate (Foto: Getty)

Una di quelle storie impossibili, che sembrano non poter accadere mai. Eppure ogni tanto anche i bancomat possono sbagliare. Soprattutto in un momento economicamente difficile come questo, vedersi erogare delle banconote “gratis” deve essere di certo una bella sensazione. Ma nell’era digitale nulla rimane impunito e tutte le transazioni vengono tracciate. Ecco quindi che oltre dieci correntisti delle Poste Italiane di Sciacca, in provincia di Agrigento, dovranno restituire quanto indebitamente preso a causa di una falla di sistema. Per un guasto tecnico, un Postamat dell’ufficio in contrada Perriera, ha rilasciato soldi in eccesso rispetto alle cifre digitate dai cittadini.

Ognuno andava allo sportello e scriveva l’importo desiderato vedendosi erogare fino ad un massimo di 1.500 euro in più rispetto al previsto. Qualcuno, però, ha ricevuto anche meno rispetto al richiesto, sporgendo giustamente reclamo. Cosa che ovviamente non hanno fatto coloro che sono stati “premiati” dalla macchina impazzita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calabria, sequestrati 17 kg di cocaina e 5 milioni in contanti: due arresti

Agrigento, un Postamat impazzito regala banconote: le cifre erogate

Bancomat impazzito
Agrigento, un Postamat impazzito regala banconote: le cifre erogate (Foto: Getty)

Nonostante sembra che siano stati circa una dozzina i correntisti dell’ufficio postale ad aver percepito più di quanto richiesto, solo una persona si è presentata per restituire l’eccesso. Si tratta di un anziano, onesto e particolarmente preciso, che ha immediatamente raggiunto lo sportello dell’ufficio centrale per segnalare l’anomali e restituire i soldi ricevuti. Questo ha fatto scattare l’allarme e ha portato alla riparazione del guasto (per la gioia non di tutti).

Il direttore dell’ufficio in contrada Perriera di Sciacca, Accursio Bentivegna, ha chiarito la natura del problema.

C’è stato un errore nel caricamento delle banconote. Invitiamo tutti a restituire le somme percepite recandosi immediatamente nell’ufficio postale“.

Le forze dell’ordine in ogni caso hanno aperto un’inchiesta e stanno ricostruendo tutte le transazioni avvenute nelle ultime 48 ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tredicesima 2020, diminuisce causa Covid: quando arriva

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui