Francia, migrante nero pestato in piazza: bufera sulla Polizia

0

Migrante nero pestato in pieno centro: choc in Francia. L’aggressione, documentata e postata in rete, è avvenuta in Parigi nei confronti di un produttore musicale dalla pelle nera. 

migrante nero pestato

Nuova violenza della Polizia nei confronti di una persona dalla pelle nera. I fatti, che riportano alla mente la drammatica morte di George Floyd dello scorso 25 maggio, questa volta sono avvenuti in Francia. A Parigi precisamente. A farne le spese è stato un produttore musicale nero, pestato con violenza inaudita da alcuni agenti di controllo in una zona della Capitale.

parigi coronavirus
 (Getty Images)

Migrante nero pestato in Francia

Le immagini del pestaggio, terribili, sono state riprese e hanno fatto presto il giro del web indignando l’intera nazione. Tanto che Gérald Darmanin, ministro dell’Interno francese, oggi ha chiesto la sospensione di alcuni dei poliziotti finiti sotto inchiesta per quanto accaduto in queste ore. Una situazione, tra l’altro, che giunge in un momento già estremamente delicato per il Paese, dove le violenze delle forze dell’ordine continuano a suscitare proteste nel territorio.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, Usa: record di morti per il secondo giorno consecutivo 

L’episodio più grande e recente, del resto, è stato il violento sgombero nei confronti di centinaia di migranti che lunedì scorso a la place de la Republique. Questi si erano piazzati in massa nel centro città per protesta per la richiesta di un alloggio. Ma nell’occasione gli agenti non si limitarono soltanto a sgomberare la zona, ma anzi si accanirono a suo di manganellate e gas lacrimogeni contro i diretti protagonisti.

Anche civili presenti e vari giornalisti che stavano svolgendo il proprio lavoro ebbero la peggio nella confusione generale. Pure in quell’occasione il ministro Darmanin si indignò particolarmente, definendo “scioccanti” le immagini viste e chiedendo un rapporto ufficiale.

Leggi anche —-> Covid, la Bulgaria in emergenza: nuove restrizioni fino a Natale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui