Usa, fermato dalla polizia per eccesso di luci natalizie

0

Negli Usa, un uomo alla guida di un Suv è stata fermato dalla polizia per eccesso di luci natalizie. A raccontare il fatto è stato il social media manager del distretto di Washington. 

Getty Images

Che in America le festività natalizie siano qualcosa di profondamente sentito dalla popolazione non è certo un mistero. E d’altronde, non bisogna dimenticare che una buona parte dell’iconografia del Natale arriva dagli Usa, e fa ancora un po strano a volte pensare che Babbo Natale sia diventato rosso su una precisa scelta di una multinazionale. E ogni americano cattolico che si rispetti, non può certo farsi mancare le luci decorative per una festività così importante. Ma gli Usa sono un popolo a cui piace strafare, anche se il rimprovero subito da una persona di Washington da parte della Polizia lascia abbastanza straniti. 

Leggi anche: Pistoia, non lo fanno entrare nel supermercato: spara in aria per protesta

Usa, fermano un Suv perché è pieno di luci natalizie

Getty Images

È accaduto infatti che un uomo stava camminando con il suo Suv su un’autostrada quando è stato fermato dalle forze dell’ordine. I poliziotti erano stati colpiti dalle numerosi luci che spiccavano dal suo bagagliaio. La cosa divertente è che come a quel punto gli agenti hanno passato molto tempo a discutere se fosse possibile dare una multa all’uomo, forse perché pensavano che tutte quelle luci sulla macchina potessero in qualche modo costituire un pericolo stradale. Ma sembra che alla fine hanno deciso di chiudere un occhio e risparmiato a quest’uomo di dover rispondere di una sanzione per “eccesso di luci natalizie”. L’episodio è stato raccontato dal social media manager della stazione di polizia in questione che ha deciso di scherzarci sopra: “Cosa hanno in comune il Grinch e un Poliziotto? Entrambe avrebbero fermato questo veicolo per uso di luci di Natale illegali.”

Leggi anche: India, diventano ladri di capre per finanziare il film del padre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui