Vaccino Covid, quello di Oxford efficace al 70%: tra gioia e delusione

0

I risultati della sperimentazione della fase 3 del vaccino anti-Covid di Oxford, danno un efficacia del 70%: il punto della situazione.

Vaccino Covid Oxford
La conferenza stampa di AstraZeneca e Oxford (Getty Images)

Comunicati i dati della sperimentazione di Fase 3 del Vaccino Covid di Oxford, in collaborazione con la Irbm di Pomezia. Secondo la comunicazione dell’Università britannica, il farmaco è efficace al 70%. Ad annunciarlo è proprio AstraZeneca, casa farmaceutica che si è assunta la responsabilità di commercializzare il farmaco. Secondo la Bbc il dato è un successo, ma allo stesso tempo anche una delusione, visto l’efficacia al 90% dei vaccini di Pfizer e Moderna.

Ma il vero punto di forza del farmaco di Oxford è la conservazione, che quindi lo rende disponibile in tutto il mondo. Se venisse approvato, infatti, il vaccino di AstraZeneca riuscirebbe ad avere un ruolo fondamentale nella lotta contro la pandemia. Infatti ad oggi, il governo del Regno Unito ha già ordinato 100 milioni di dosi del vaccino. Inoltre visto che dovrebbero essere due le punture, andrebbe ad immunizzare 50 milioni di persone.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Speranza: “Zone rosse, vaccino, lockdown: ecco come la penso”

Vaccino Covid, Oxford comunica l’efficacia: “Tappa importante nella lotta alla pandemia”

Vaccino covid Oxford
Tutto quello che c’è da sapere sul vaccino di AstraZeneca (Foto: Getty)

Dopo la comunicazione dell’Università di Oxford, Pascal Soriot amministratore delegato di AstraZeneca ha comunicato tutto il suo entusiasmo sull’efficacia del farmaco. Infatti Soriot ha ricordato che questa è una grande notizia per il mondo intero, ma soprattutto per la lotta contro la pandemia. In merito l’amministratore delegato di AstraZeneca ha continuato: “L’efficacia e la sicurezza di questo vaccino confermano che sarà altamente efficace contro Covid-19 e avrà un impatto immediato su questa emergenza sanitari”.

Infine Soriot ha spiegato che la catena di distribuzione sarà senza scopo di lucro, nella totale disponibilità a livello globale. L’esponente di AstraZeneca, infatti, ha promesso un accesso ampio, equo e tempestivo, fornendo quindi centinaia di milioni di dosi. Il Regno Unito però, oltre al vaccino di AstraZeneca, ha ordinato 40 milioni di dosi del vaccino sviluppato da Pfizer e BioNTech, che hanno dimostrato un’efficacia del 95%.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, il Governo chiude alle vacanze sulla neve: unico spiraglio dal Cts

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui