Covid, la provocazione della Cina: “La pandemia è nata in Italia”

0

Covid, la provocazione della Cina: “La pandemia è nata in Italia”. A riportarlo sono stati il Times e il New York Post in un recente articolo

Covid
Covid, la provocazione della Cina: “La pandemia è nata in Italia” (Foto: Getty)

I funzionari del governo di Pechino hanno diffuso un nuovo studio secondo cui il contagio iniziale di coronavirus potrebbe essere partito in Italia già a settembre 2019. Uno scoppio anticipato della pandemia, tre mesi prima che venissero confermate le infezioni di Wuhan. Il New York Post e il Times hanno riportato la notizia che avrebbe del clamoroso.

La Cina ha precedentemente gettato ombre sulla Spagna come possibile origine della pandemia. Allo stesso modo ha accusato l’esercito americano di aver portato il SarsCov2 a Wuhan nell’ottobre dello scorso anno durante i Giochi mondiali militari.

Secondo il quotidiano britannico, i media cinesi stanno ora diffondendo con forza il risultato del nuovo studio del National Cancer Institute, secondo cui il contagio probabilmente è iniziato in Italia, non in Cina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte: “Vaccino non obbligatorio, scuole aperte prima di Natale”

Covid, la provocazione della Cina: “Il virus circolava già in Italia a settembre”

Covid Cina
Covid, la provocazione della Cina: “La pandemia è nata in Italia” (Foto: Getty)

Secondo quanto diffuso dal Times, gli scienziati cinesi sono sicuri riguardo la complessità di individuare la reale origine della pandemia.

E’ un processo in via di sviluppo che può coinvolgere più paesi”, fanno sapere da Pechino.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha ammesso che è possibile che il virus “circolasse silenziosamente altrove” prima di essere rilevato a Wuhan.

Tuttavia, la comunità scientifica internazionale per ora rifugge questa teoria, confermando lo scoppio dei contagi nella Repubblica Popolare.

Sappiamo che la Cina ha ritardato l’annuncio del suo focolaio, quindi non si sa quando è iniziato tutto lì. In più sappiamo le loro forti connessioni commerciali con il Nord Italia“, ha detto al Times Giovanni Apolone, direttore scientifico dell’Istituto dei tumori di Milano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, i paesi poveri puntano al farmaco di Russia e Cina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui