Allerta rossa per il maltempo in Calabria, protezione civile lancia l’allarme

0
11

Allerta rossa per il meteo in Calabria, la protezione civile chiede a tutti i cittadini di stare molto attenti questa domenica. 

meteo maltempo
Dove cadranno le piogge durante questo sabato ©Getty Images

In Calabria la situazione continua a peggiorare. La regione italiana infatti, sta avendo dei problemi molto importanti nella gestione del Covid-19, con casi che continuano a crescere e una classe politica che spesso non sembra riuscire a rispondere adeguatamente alle esigenze del territorio. Le infrastrutture sono scarse e non attrezzate a gestire il Covid-19, discorso che comunque può essere esteso a tutta Italia, in particolar modo alle regioni del sud. Purtroppo per tutti gli abitanti della regione, però, le brutte notizie non viaggiano mai da sole, anzi. Spesso bisogna sentirsi fortunati se viaggiano “solo” in coppia. Infatti sulla regione nella giornata di domani, domenica 22 novembre 2020, si abbatterà una grande tempesta che interesserà tutta la regione e non solo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Alex Zanardi trasferito all’Ospedale di Padova: le sue condizioni

Allerta rossa per il maltempo in Calabria, protezione civile lancia l’allarme

Secondo le ultime notizie, infatti, nella notte dei fenomeni atmosferici cominceranno a manifestarsi nella regione, per poi sprigionare tutto il proprio potere distruttivo soltanto nella giornata di domani. Sono previsti venti fortissimi e gelidi, oltre che importanti precipitazioni. Già in questo momento la situazione non è proprio delle più rosee nella regione, ma purtroppo il tutto è destinato a peggiorare. La protezione civile ha annunciato ufficialmente l’allarme rossa per quanto concerne il metro, che di fatto si appia sulla zona rossa per il Covid-19. Se siete in Calabria, quindi, è già è consigliato non uscire, domani, domenica 21 novembre 2020, è sconsigliatissimo uscire in una zona in cui già non si dovrebbe uscire.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Speranza: “Le misure prese non sono ancora sufficienti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui