Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza: il motivo è assurdo

0

Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza: il motivo è assurdo. Volevano dimostrare che non ci fosse nessuno all’interno

Ambulanza
Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza: il motivo è assurdo (Foto: Getty)

Nonostante i numeri catastrofici riguardanti i contagi e le morti sempre più ingenti, c’è ancora chi mette in dubbio l’esistenza del coronavirus. I cosiddetti “negazionisti” sono tornati alla carica nel Torinese, con un episodio che può essere definitivo davvero assurdo. Due persone a bordo di un Suv si sono messi a inseguire un’ambulanza in piena notte gridando: “State girando a vuoto. Non avete nessuno lì dentro. Diteci la verità”.

La coppia, un uomo e una donna, avevano gli smartphone a portata di mano e stavano cercando di realizzare un video dell’interno della vettura di soccorso, volendo dimostrare che fosse vuota. Il personale medico ha dovuto chiamare i carabinieri per porre fine alla scena paradossale.

La donna aveva iniziato a strillare: “E’ tutta un’invenzione, sia i vostri interventi che il Covid”. Poi anche dopo l’arrivo dei carabinieri hanno proseguito: “Smettetela di spaventare la gente, il coronavirus non esiste: siamo qui per documentare la verità”. Alla domanda delle forze dell’ordine sul perchè fossero in giro nonostante le restrizioni della zona Rossa, i due hanno risposto che avevano delle attività commerciali nei paraggi.

I due negazionisti rischiano una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Purtroppo a quanto pare non è l’unico episodio avvenuto dalle parti di Torino, dove negli ultimi giorni era già stato messo in rete un video che sosterrebbe proprio la stessa cosa: le ambulanze girano vuote. Ovviamente senza nessuna prova reale.

Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza. Altro episodio assurdo nella Bergamasca

Ambulanza Covid
Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza. Altro episodio assurdo nella Bergamasca (Foto: Getty)

Un altro episodio paradossale si è verificato in provincia di Bergamo, per esattezza a Treviglio, dove una 23enne ha rubato un’ambulanza fuori dall’ospedale. La ragazza era appena uscita dal Pronto Soccorso quando ha trovato le chiavi inserite nel cruscotto del mezzo di emergenza. Ha deciso quindi di accenderla e tornarsene beatamente verso casa. Gli operatori sanitari hanno immediatamente chiamato il 112 per segnalare l’accaduto. I carabinieri sono intervenuti con diverse pattuglie di servizio per intercettare l’ambulanza lungo le strade della provincia. La ragazza è stata denunciata per furto aggravato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dpcm Natale: l’idea del Governo dal prossimo 3 dicembre

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Moderna: “Efficace anche sugli over 65 e nessuna problematica”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui