Ravenna, ragazzo stupra educatrice in un centro per minori: arrestato

0

Ravenna, ragazzo stupra educatrice in un centro per minori: arrestato il giovane di origine straniera. Era finito nella struttura per alcuni guai pregressi con la giustizia

Stupro donna
Ravenna, ragazzo stupra educatrice in un centro per minori: rinchiuso nel carcere minorile bolognese del Pratello (Foto: Facebook)

Una brutta vicenda di cronaca arriva dal Ravennate dove un’educatrice di un centro per minori ha denunciato uno stupro ai suoi danni. La donna avrebbe subito a più riprese una violenza sessuale da parte di uno dei ragazzi ospitati nella struttura. Il giovane, finito nel centro per pregressi guai con la giustizia, è stato arrestato e ascoltato dalle forze dell’ordine. Secondo quanto riportato dall’operatrice di una delle tante strutture della zona adibite al recupero di giovani non accompagnati o con qualche reato alle spalle, la violenza si sarebbe consumata di notte. Il minorenne l’avrebbe costretta a rimanere nella sua stanza con la forza, stuprandola a più riprese e lasciandone segni evidenti, constatati anche dalla polizia durante gli accertamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Caso Genovese, la vittima 18enne: “Sono distrutta e sotto choc”

Ravenna, ragazzo stupra educatrice in un centro per minori: rinchiuso nel carcere minorile bolognese del Pratello

Stupra educatrice
Ravenna, ragazzo stupra educatrice in un centro per minori: arrestato (Foto: Facebook)

Il ragazzo responsabile dello stupro è di origine straniera ed era già da qualche tempo ospite della struttura. Dopo le accuse mosse dalla sua educatrice è stato portato nel carcere minorile bolognese del Pratello, in attesa di convalida. La donna ha riferito di aver provato a più riprese a scappare ma di non esserci riuscita prima del mattino seguente, quando il ragazzo l’ha lasciata andare. Si è precipitata subito al pronto soccorso denunciando l’accaduto, ancora visibilmente scossa. Il ragazzo non ha smentito l’atto sessuale che però a suo avviso sarebbe stato consenziente. Le forze dell’ordine stanno proseguendo nell’indagine nel tentativo di far definitivamente luce sulla vicenda.

Il ragazzo aveva avuto anche dei precedenti guai con la giustizia in passato e qualora dovessero essere confermate le accuse dovrà rimanere nel carcere minorile del Pratello, a Bologna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Torino, negazionisti inseguono un’ambulanza: il motivo è assurdo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui