Coronavirus, scende a 1.18 il valore dell’Rt in Italia

0

In Italia l’indice dell’Rt è sceso a 1.18. In alcune regioni questa settimana l’indice di contagio è sceso sotto all’1. 

Ambulanza Covid
Ospedale (Foto: Getty)

Stando a quanto riferito dai colleghi di Adnkronos, il valore dell’Rt in Italia è sceso a 1.18. I valori medi di Rt nella maggior parte delle regioni oscilla tra 1 e 1.25, mentre in altre, da questa settimana è sceso sotto all’1. Nel specifico, l’indice Rt è inferiore a 1 nelle regioni Lazio, Liguria, Lombardia, Molise e Sardegna.

Nella bozza stilata dall’Istituto superiore di sanità Iss e il ministero della Salute si legge che in questa settimana c’è stata una riduzione nella trasmissibilità del coronavirus rispetto alla settimana precedente.

Secondo gli esperti questo risultato è stato ottenuto grazie alle misure di mitigazione introdotte a livello nazionale e regionale dal 14 ottobre con il decreto ministeriale emesso dal Premier Giuseppe Conte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Covid-19, bollettino del 20 novembre: 37.242 contagiati e 699 decessi

Coronavirus, scende a 1.18 il valore dell’Rt in Italia

I numeri pervenuti dal 17 novembre rendono noto che 18 regioni italiane hanno superato almeno una soglia critica in area medica o terapia intensiva. E nel caso in cui si mantenga l’attuale indice di trasmissibilità, quasi tutte le Regioni e province avranno una probabilità di superare una di queste soglie entro il prossimo mese.

L’ISS e il ministero della Salute hanno segnalato che sono state evidenziate numerose allerte relative alla resilienza dei servizi sanitari territoriali in quasi tutte le Regioni e province autonome.

Si osserva complessivamente una criticità nel mantenere elevata la qualità dei dati riportati al sistema di sorveglianza integrato sia per tempestività sia per completezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Coronavirus, quanto costa il vaccino e quale arriverà per primo in Europa

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Vaccino Covid, Moderna: “Efficace anche sugli over 65 e nessuna problematica”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui