Covid, Boccia: “Altre regioni in zona rossa? Non lo escludo”

0

Intervenuto a ‘Oggi è un altro giorno’, il ministro Francesco Boccia ha parlato dell’emergenza Covid in Italia, non escludendo altre regioni in zona rossa

covid boccia
Covid, il ministro Boccia non ha escluso altre regioni in zona rossa (Getty Images)

Da ormai più di due settimane, l’Italia è suddivisa in tre aree diverse in base al livello di criticità del Covid: gialla, arancione e rossa. Visto il recente aumento dei positivi, anche Campania e Toscana si sono aggiunte da qualche giorno alle altre regioni nell’ultima fascia, quella con le misure maggiormente restrittive.

Intervenuto a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai 1, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia non ha escluso novità per i prossimi giorni. “Altre regioni in zona rossa? Al momento non posso dire di no, valuteremo sempre in base ai dati del monitoraggio e agiremo di conseguenza” le sue parole, alle quali ha aggiunto: “Ci potrà essere una differenziazione per quelle regioni che già sono state rosse. Nella settimana di attenzione saranno libere di allentare le misure in alcune province“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, Zaia: “Numero morti alto? È legato all’età media in Italia”

Covid, Boccia: “i parametri rimangono gli stessi fino al 3 dicembre”

Covid
Le sue parole sulle misure adottate con l’ultimo Dpcm (photo Gettyimages)

Nel corso del suo intervento a ‘Oggi è un altro giorno’ su Rai 1, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha parlato del Dpcm attualmente in vigore, soffermandosi su possibili cambiamenti ai parametri attuali. “Fino al 3 dicembre è fuori discussione. C’è un Dpcm che è valido, e lo sarà fino alla data di scadenza. Ovviamente il confronto tra i vari organi del governo c’è ed è continuoha spiegato il ministro: “Prenderemo ulteriori decisioni in vista del prossimo Dpcm, ancora da capire se più o meno restrittive di quelle attuali“.

Le prossime settimane saranno fondamentali per capire se il governo potrà attuare alcune modifiche alle strette attualmente in vigore, soprattuto in virtù dei dati del monitoraggio.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid-19, Conte: “Possibile differenziazione tra province”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui