Coronavirus, Giappone: il premier Suga pensa a nuove misure restrittive

0
18

In Giappone i casi di coronavirus sono in aumento e il premier ha convocato una riunione di governo per discutere della situazione. 

Getty Images

Il premier giapponese Yoshihide Suga ha parlato alla popolazione chiedendo il massimo rispetto delle regole per il contenimento del coronavirus. La situazione infatti in Giappone si sta aggravando sempre più, con oltre duemila casi registrati soltanto nella giornata di ieri. Per questo sono state convocate due riunioni che si terranno oggi e domani, per discutere di nuove misure restrittive. Nel suo discorso, Suga ha dichiarato che “ritengo che ci troviamo attualmente in situazione di massima allerta“. E la prima precauzione richiesta ai cittadini è stata quella “di adottare sistematicamente misure quali l’uso delle mascherine”. 

Leggi anche: Australia, lockdown di sei giorni a sud dopo un focolaio ad Adelaide

Coronavirus, Usa: chiuse le scuole a New York

Getty Images

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha annunciato la chiusura di tutte le scuole nella città. A fronte infatti di un’emergenza sanitaria che negli Usa non accenna a fermarsi, le autorità hanno deciso di interrompere la didattica in presenza con un’ordinanza che entrerà in vigore a partire dalla giornata di domani. Si tratta di un netto passo indietro nella lotta della città contro la pandemia, dopo la riapertura che era stata decisa negli scorsi mesi. Ma il numero dei contagi nella città è ormai fuori controllo e questa scelta appare come inevitabile. Al momento, New York ha registrato 290 mila casi totali e oltre 24 mila decessi. Per quanto riguarda invece il quadro epidemiologico complessivo negli Stati Uniti, si è raggiunto di recente il record di undici milioni di contagi e circa 250 mila decessi.

Leggi anche: Covid-19 Svizzera, allarme terapie intensive: posti finiti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui