Vaccino Covid, Pfizer annuncia: “Nostro candidato efficace al 95%”

0

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi sul vaccino anti Covid, oggi è arrivata la conferma da parte di Pfizer: il suo candidato è efficace al 95%

vaccino covid pfizer
Vaccino Covid, Pfizer ha annunciato che il suo candidato è efficace al 95% (Getty Images)

Diverse aziende di tutto il mondo stanno lavorando per trovare un vaccino anti Covid. Negli scorsi giorni, si è parlato sempre con più insistenza del candidato Pfizer, che ha sviluppato il suo farmaco con il partner BionTech. Dopo le anticipazioni, oggi è arrivata anche la conferma ufficiale da parte del colosso americano: il suo vaccino è efficace al 95% e non ha avuto gravi effetti collaterali.

Come spiegato dal New York Times, si tratta della prima serie di risultati completi, a seguito di una sperimentazione in fase avanzata. Nello specifico, Pfizer ha comunicato che il candidato farmaco ha prevenuto sia le forme lievi che quelle gravi di Covid, ed è risultato efficace al 94% negli anziani. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, Boccia: “Riapertura totale? Ipotesi non contemplata”

Vaccino Covid, le prossime mosse di Pfizer

vaccini Covid-19
Ecco le prossime mosse di Pfizer e BionTech (Foto: Getty)

Importanti passi in avanti per Pfizer, una delle tante aziende che sta lavorando al vaccino anti Covid. Poco fa, il colosso americano ha comunicato che il suo candidato è efficace al 95%. La sperimentazione ha incluso 44mila volontari, dei quali la metà ha ricevuto il vaccino e l’altra metà un placebo. Di questi, solo 162 nel gruppo placebo e 8 nel gruppo vaccinato sono risultati positivi. Solamente 10 i casi gravi, di cui 9 avevano ricevuto la soluzione placebo. Per quanto riguarda gli effetti collaterali, il 3,7% ha segnalato segni di stanchezza dopo la seconda dose, mentre il 2% mal di testa (sempre dopo la seconda iniezione).

Entro pochi giorni, Pfizer e BionTech chiederanno l’autorizzazione di emergenza alla Food and Drug Administration americana. Presto quindi il vaccino potrebbe diventare realtà. Quest’anno la metà della fornitura andrà negli Usa, con 12,5 milioni di dosi che verranno distribuite gratuitamente. Entro la fine del 2021, fanno sapere i due colossi americani, ci saranno fino a 1,3 miliardi di dosi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, Galli: “Purtroppo vedremo altre morti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui