Mascherine, da multe ai ricorsi: tutto ciò che bisogna sapere

0

Le mascherine restano lo strumento di protezione più efficace contro il virus. Andiamo a vedere cosa bisogna sapere: dalle multe ai ricorsi.

mascherine multe
Tutto ciò che bisogna sapere sullo strumento di protezione (Foto: Getty)

Ad oggi le mascherine restano lo strumento di maggior efficacia per prevenire il Covid-19, proprio per questo motivo Governo e governatori hanno deciso di estendere l’obbligo fino al termine della pandemia. Con gli ultimi Dpcm, infatti, la mascherina bisognerà indossarla obbligatoriamente anche all’aperto: in strade, piazze, parchi pubblici e centri storici. Una misura di sicurezza, la più efficace per prevenire il contagio specialmente in un periodo in cui il virus è tornato a circolare velocemente.

Così per aumentare il livello di allerta, Governo e Regioni hanno deciso delle sanzioni per chi non rispetterà l’obbligo di mascherina. In alcune regioni come Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia addirittura c’è il divieto di togliere la mascherina anche quando si sta mangiando o fumando, se non è garantito il distanziamento sociale. Ma adesso andiamo a scoprire quali sono le senzioni per i trasgressori.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Zone rosse, ancora scontro tra Regioni e Governo: “Il dialogo è aperto”

Mascherine, multe dai 400 ai 1.000 euro per i trasgressori: i dettagli

mascherine multe sanzioni
Tutte le sanzioni per i trasgressori (Getty Images)

Dopo l’approvazione del Decreto Cura Italia, si è deciso che o trasgressori dovranno pagare sanzioni amministrative dai 400 ai 1.000 euro, se colti dalle forze dell’ordine senza mascherina. Ma tale multa potrà essere aumentata in caso di violazioni reiterate. Al momento i trasgressori non rischiano conseguenze penali. Inoltre se la multa viene pagata entro cinque giorni dalla notifica, il trasgressore potrà avere un 30% di sconto.

Se invece a non indossare la mascherina saranno giovani al di sotto dei 14 anni, la multa sarà a carico dei genitori o tutori. A rischio multa sono anche coloro che indossano la mascherina sotto al mento o chi lascia scoperto naso e bocca.

Mentre invece chi ritiene di aver subito una multa ingiusta, potrà fare ricorso secondo le vie oridinarie. Infatti, proprio come per le contravvenzioni stradali si potrà andare davanti al giudice di pace entro 30 giorni, o dinanzi al prefetto entro 60 giorni. Ma chi riesce a pagare la multa tempestivamente perderà il diritto a presentare ricorso. Le stesse sanzioni, inoltre, sono imposte a coloro che non rispettano il distanziamento sociale ed il divieto di assembramento.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19 Calabria, raggiunto l’accordo tra Emergency e Protezione Civile

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui