Covid-19, l’esperto: “Il vaccino non basterà, serviranno anni” 

0

Covid-19, e se il vaccino non bastasse? A lanciare il dubbio è l’epidemiologo Gianfranco Spiteri, il quale parla addirittura di anni prima di uscire da questo incubo. 

Il vaccino tanto atteso potrebbe non bastare per liberarci dall’incubo Covid-19. Anzi: di sicuro non lo farà. Ne è convinto Gianfranco Spiteri, membro dell’European Centre for Disease Control di Stoccolma. L’epidemiologo, intervistato da La Repubblica, avanza infatti uno scenario terribile relativo al nostro futuro.

Covid-19, il vaccino potrebbe non bastare?

“Se avremo vaccini efficaci, non solo nei giovani ma anche negli anziani, abbastanza dosi per tutti e la disponibilità delle persone a vaccinarsi, nel prossimo anno faremo passi importanti per uscire dalla pandemia”. Dunque non un passo decisivo per uscire definitivamente dal tunnel, ma appena uno step verso la libertà.

Potrebbe interessarti anche —-> Vaccini anti-Covid, pronto fondo da 400 milioni per l’acquisto

Non penso che riusciremo ancora ad abbracciarci o a liberarci dalle mascherine. Questa è una pandemia da cui usciremo in tempi lunghi”, continua l’esperto alludendo addirittura ad anni. Uno scenario da brividi e soffocante, se ci si immagina in questa situazione anche per l’intero 2021 e non solo.

E nel frattempo si staglia sempre la minaccia di una nuova chiusura totale, qualora le misure attuate non dovessero bastare: “Il distanziamento allora diventa l’unica soluzione. Se neanche questo funziona, non resta che il lockdown. L’alternativa non è praticabile: il collasso del sistema sanitario va evitato non solo per i pazienti di Covid, ma a nche per tutte le altre persone che hanno bisogno di cure”. 

Nel frattempo giungono nuove conferme sulla comparsa del virus molto prima di quanto inizialmente stabilito. Come infatti conferma il dottor Spiteri, questo è stato trovato nelle acque reflue in Italia già a dicembre. Un’altra dimostrazione giunge poi dalla Francia, dove un uomo fu ricoverato in terapia intensiva lo scorso 27 dicembre salvo poi scoprire successivamente di aver contratto il coronavirus.

Leggi anche —-> “Coronavirus, complotto criminale”, Radio Maria fa discutere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui