Romania, incendio in ospedale: morti 10 pazienti Covid

0

Romania, incendio in un ospedale di Piatra Neamt: sono morti morti 10 pazienti ricoverati per Covid, ma il bilancio potrebbe aggravarsi

Romania, incendio in ospedale: morti 10 pazienti Covid (Getty Images)

Incredibile tragedia nelle ultime ore in Romania. Dieci pazienti ricoverati per il Covid-19 nel reparto di terapia intensiva all’ospedale di Piatra Neamt sono morti dopo un incendio scoppiato nell’edificio.

Il primo bilancio è stato confeermato dalle autorità locali che hanno riferito anche di altre sette persone rimaste ustionate in maniera grave, compreso il responsabile del reparto. In tutto erano sedici i pazienti con sintomi da Coronavirus, colegati ai ventilatori.

Secondo il ministro della Sanità, Nelu Tataru, “molto probabilmente l’incendio è stato innescato da un cortocircuito“. Ma a chiarire le cause dovrà essere un’inchiesta che sarà aperta nelle prossime ore dalla Procura locale. Ma l’ospedale regionale di Piatra Neamt ha una fama di mala gestione, tanto che negli ultimi mesi diversi funzionari nominati dal governo si sono alternati per gestirlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terribile incendio all’Amiat di Torino: “Chiudete le finestre”

Incendio nell’opsdela di Piatra Neamt, gravissimo medico eroe che ha cercato di salcare i pazienti

L’attuale direttore dell’ospedale, Lucian Micu, è entrato in carica solo tre settimane fa dopo che il suo predecessore si è dimesso per lo scarso trattamento ricevuto dai pazienti. Una polemica innescata dal racconto ai media di pazienti, costretti ad aspettare fuori dall’ospedale al freddo per vedere un medico ancdhe se molti di loro erano positivi al Covid.

Non è ancora chiaro dove sia scoppiato l’incendio, ma le fiamme potrebbero essere state amplificate dalle strutture di ossigeno presenti nell’unità di terapia intensiva. Tra i feriti più gravi, il medico di turno che si è sacrificato per portare in salvo alcuni pazienti. Ha subito gravissime ustioni ed è stato trasportato in un ospedale in Belgio con un aereo del Ministero della Difesa.

Second le prime testimonianze, ha cercato in tutti i modi di soccorrere alcuni malati di Covid impossibiltati ad alzarsi dal loro letto, a costo della sua vita. E per una casualità era un collega universitario e amico del ministro della Salute, Nelu Tataru. Il Collegio dei medici rumeni ha espresso tutta la sua vicinanza al collega. Ma ha anche puntato il dito sulle carenti infrastrutture degli ospedali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui