Usa, Trump assicura: “Vaccini per tutti, ma non per New York”

0

Torna a parlare in Usa, il presidente uscente Donald Trump. Il tycoon si è esibito in un monologo, senza rispondere ai giornalisti.

Usa Trump
Il tycoon si esibisce al giardino delle Rose nella Casa Bianca (Getty Images)

Prima uscita pubblica per Donald Trump alla Casa Bianca, dopo la sconfitta alle elezioni presidenziali. Infatti, il tycoon lascerà la residenza presidenziale solamente dal 21 gennaio 2021, quando dovrà passare il testimone a Joe Biden. A stupire tutti però è il look del presidente, passato da un colore dei capelli giallo canarino ad un colore quasi platino.

Trump ha sorpreso tutti, annunciando la confernza stampa solamente 15 minuti prima del suo inizio. Arrivato poi nel Giardino delle Rose, il tycoon ha dato vita ad un vero e proprio monologo, concluso senza rispondere alle domande dei giornalisti. Nell’incontro con la stampa il presidente ha annunciato l’approvazione immediata di un vaccino, e quasi certamente sarà quello di Pfizer.

Ma il 45esimo presidente ha annunciato che c’è un altro vaccino in lizza, secondo molti si tratta del farmaco di Moderna. Sul vaccino in approvazione, Trump afferma di aver finanziato la casa farmaceutica con 1,95 miliardi di dollari, con il farmaco che sarà somministrato già ad inizio anno. Inoltre Trump conta che entro aprile tutta la popolazione sarà vaccinata, fatta eccezione per lo stato di New York. La frecciata è per il governatore Andrew Cuomo, che affermò di non credere al vaccino elettorale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19, Speranza: “Campania e Toscana in zona rossa, firmata l’ordinanza”

Usa, Biden a Trump: “Bisogna intervenire subito”

Ma durante la sua conferenza, Trump sembra non aver ancora accettato la sconfitta alle presidenziale dello scorso 3 novembre. Il tycoon infatti ha ricordato che sotto la sua amministrazione non ci sarà nessun lockdown. Ma la situazione Covid-19 in Usa appare ancora drammatica, dopo i 160mila nuovi casi nella giornata di ieri e con la California ed il Texas che hanno raggiunto un milione di infetti ciascuno. Chicago e Detroit, per fermare il contagio, hanno imposto il coprifuoco, mentre invece New York è pronta a richiudere le scuole.

La situazione preoccupa maggiormente Joe Biden. Infatti il presidente eletto si insedierà alla Casa Bianca solamente a partire dal 21 gennaio 2021, ed ha chiesto a Trump un intervento rapido contro l’emergenza sanitaria. Infatti le previsioni, con l’attuale gestione del tycoon, prevedono altri 70mila decessi fino al cambio di presidenza. Ma la conferenza di Trump ha avuto un effetto inaspettato sugli americani, che stavolta si sono concentrati più sulla capigliatura del tycoon che sulle parole pronunciate.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Joe Biden presidente, terminati gli spogli: il conteggio finale

L.P.

Per altre notizie di Politica Estera, CLICCA QUI !

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui