Zona Rossa, oggi si decide sulla nuova ordinanza: le regioni a rischio

0

Oggi la mappa dell’Italia è pronta a cambiare colore, con diverse regioni pronte ad entrare in Zona Rossa: ecco chi rischia.

zona

Zona Rossa
Cambia ancora la mappa della penisola (Foto: Getty)

Ad una settimana dall’ultimo Dpcm, cambia ancora la mappa di criticità dell’Italia. Infatti sono diverse le regioni che potrebbero passare alla temuta Zona Rossa, ossia la zona con maggiori restrizioni da Covid-19, mentre invece non è previsto il passaggio di nessuna regione alla zona gialla. Insomma non ci sarà nessuna promozione, ma solamente regioni in cui ci saranno maggiori restrizioni.

Tra le regioni più a rischio troviamo l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e la Campania. Le prime tre regioni citate hanno giocato in anticipo, emanando una nuova ordinanza che prevede restrizioni molto vicine alla zona rossa, mentre invece la Campania per ora ha solo promesso maggiori restrizioni per evitare il contagio.

Tutte le quattro regioni, però, sembrano destinate ad entrare nella zona di massima restrizione, con anche la Campania che dovrebbe applicare la zona rossa dopo l’esaminazione dei dati da parte del Ministero della Salute. La stretta era più che prevedibile ed è arrivata in comune accordo con il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Ovviamente le misure più rigide sono state prese seguendo i vari parametri delle tre zone di criticità.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Conte, bambina gli scrive: “Non al lockdown, è per Babbo Natale!”

Zona Rossa, nuove misure restrittive: arriveranno tra sabato e domenica

Zona Rossa
Nel weekend arriva la stretta in quattro regioni (via Getty Images)

Tutte le nuove restrizioni per fermare il contagio da Covid-19 arriveranno tra sabato e domenica. In 24 ore, infatti verrà stilata l’ordinanza del Ministero della Salute in accordo con i governatori delle regioni. In ogni caso, come conferma il Ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, non ci sarà un nuovo Dpcm, ma solamente un’ordinanza ad hoc per le quattro regioni sotto il riflettore.

Nonostante le maggiori restrizioni in più regioni, però, il lockdown generalizzato non è scongiurato, come afferma il consigliere del Ministro della Salute, Walter Ricciardi. Infatti il professore di Igiene afferma che la situazione sta peggiorando in diverse regioni, ma ci sono anche altre in cui l’andamento del virus è stabile. Ricciardi è da sempre favorevole ad un nuovo lockdown, l’unica misura che per il professore può fermare il contagio.

Mentre invece per il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, i primi risultati dell’ultimo Dpcm dovrebbero arrivare solamente tra due settimane. Infatti Sileri ha concluso ricordando che se le misure funzioneranno, diverse regioni passeranno da Zona Rossa ad Arancione, fino ad arrivare alla zona Gialla. Per questo il viceministro afferma che si andrà avanti con diverse misure per le regioni, a secondo dei dati della pandemia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino anti-Covid, Arcuri: “I primi in Italia a fine gennaio”

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui