GB, morto lo Squartatore dello Yorkshire: era malato di Covid

0

GB, morto lo Squartatore dello Yorkshire: era malato di Covid. Peter Sutcliffe aveva 74 anni e stava scontando 20 ergastoli per aver ucciso 13 donne

Peter Sutcliffe
Morto il serial Killer dello Yorkshire: Peter Sutcliffe aveva 74 anni (Foto: Facebook)

Peter Sutcliffe, il serial killer noto in tutta la Gran Bretagna come lo Squartatore dello Yorkshire, è morto in ospedale all’età di 74 anni. Come riferito da un funzionario, Sutcliffe era stato colpito dal Covid da alcune settimane.

Stava scontando 20 ergastoli nella prigione di Frankland nella contea di Durham per aver ucciso 13 donne e aver tentato di ucciderne altre sette alla fine degli anni ’70.

Un portavoce del Servizio carcerario ha dichiarato: “Il prigioniero di HMP Frankland Peter Coonan (noto come Peter Sutcliffe) è morto in ospedale il 13 novembre“.

Il criminale è deceduto all’interno dell’ospedale universitario di North Durham, a circa 5 km dalla prigione, dopo essere stato trasferito per il Covid-19. Era in cattive condizioni di salute, era obeso e aveva il diabete, ma secondo quanto riferito ha rifiutato il trattamento.

Già prima del ricovero era finito in ospedale circa 15 giorni fa per un attacco di cuore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto il pugile Fernando Atzori, vinse l’oro a Tokyo ’64

GB, morto lo Squartatore dello Yorkshire: aveva 74 anni ed era malato di Covid

Yorkshire serial killer
GB, morto lo Squartatore dello Yorkshire: era malato di Covid (Foto: Facebook)

Sutcliffe ha usato martelli e cacciaviti per uccidere le sue vittime per un periodo di cinque anni, tra il 1975 e il 1980. Ha preso di mira donne di tutti i ceti sociali e di differenti età, comprese tra i 16 e i 42 anni. In quel periodo nessuna ragazza o signora poteva sentirsi al sicuro nel Regno Unito. La polizia era arrivata addirittura a diramare dei bollettini in cui si vietava alle donne di uscire di notte da sole.

La sua confessione dettagliata al momento dell’arresto richiese addirittura 24 ore, durante le quali ha chiesto la presenza anche della moglie Sonia. E’ stato lui stesso a confessarle che il terribile assassino dello Yorkshire era in realtà proprio lui.

Sutcliffe fu processato all’Old Bailey nel maggio 1981, dove affermò che Dio in persona gli aveva ordinato di uccidere tutte quelle prostitute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, 19enne investita e uccisa da un’auto: faceva jogging

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui