Covid-19, Speranza: “Campania e Toscana in zona rossa, firmata l’ordinanza”

0
18

Campania e Toscana in zona rossa: è deciso. Ad annunciarlo è Roberto Speranza, ministro della Salute, attraverso la propria pagina Facebook. Novità anche per altre tre regioni italiane che cambiano colore. 

Covid-19
Il ministro chiede il patto per la sanità (Getty)

Ora è ufficiale: Campania e Toscana passano a zona rossa. Ad annunciarlo è Roberto Speranza, ministro della Salute, proclamando anche il cambio di colore per altri tre territori. “Ho appena firmato un’ordinanza che istituisce due nuove aree rosse (Campania e Toscana) e tre nuove aree arancioni (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche)”, ha riferito il politico via Facebook.

Covid-19
Napoli (foto Pixabay)

Campania e Toscana entrano in zona rossa

Il ministro si rivolge poi ai vari cittadini che ora dovranno rispondere con nuove rinunce e difficoltà: “So che stiamo chiedendo ancora sacrifici, ma non c’è altra strada se vogliamo ridurre il numero dei decessi, limitare il contagio ed evitare una pressione insopportabile sulle nostre reti sanitarie. Ce la faremo. Ma è indispensabile il contributo di tutti”.

Leggi anche —-> Covid-19, arriva il tampone fai da te: “Ci cambierà la vita” 

Tuttavia, secondo quanto predisposto dall’ultimo Dpcm, il picco della criticità non corrisponde a un proprio e vero lockdown in stile marzo. Chiuderanno praticamente tutte le attività commerciali a eccezione di farmacie, genere alimentari e beni di prima necessità, ma al contempo resteranno invece aperti barbieri, parrucchieri ed estetiste. Stop invece ai mercati, tranne a quelli relativi alla vendita di prodotti alimentari, mentre continueranno ad operare anche tabaccai, librerie ed edicole.

Chiudono le porte bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie. Sarà possibile solo l’asporto e la consegna a domicilio finché non scatterà l’orario del coprifuoco. I cibi, ovviamente, non potranno essere consumati in strada. Vietati inoltre gli spostamenti tra comuni se non per motivi urgenti come ad esempio lavoro, studio o cure mediche. L’ordinanza dovrebbe entrare in vigore a partire da domenica 15 novembre.

Leggi anche —-> Manovra 2021: pronta la bozza per lavoro, famiglia, sanità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui