Covid, Conte studia un piano per il vaccino: “Presto in Parlamento”

0

Nuova intervista per il premier Giuseppe Conte che rivela di voler evitare un nuovo lockdown causa Covid, e annuncia il piano per il vaccino.

Covid Conte Vaccino
Le parole del presidente del Consiglio (Getty Images)

Torna a parlare sulla situazione Covid e sull’arrivo del vaccino il presidente Giuseppe Conte. Infatti il premier rivela l’intenzione del Governo di evitare un nuovo lockdown, anche per evitare un nuovo blocco dell’economia, chiedendo un aiuto costante del popolo italiano.

Il presidente del Consiglio ha affermato che ogni giorno viene monitorato con attenzione l’andamento dei contagi. Ma non solo, sotto la lente d’ingrandimento anche la reattività e la capacità di risposta del nostro sistema sanitario, e soprattutto l’efficacia delle nuove misure restrittive.

Una situazione che si rivela in continua osservazione, con il premier che non vuole far dispiacere nesusno ma comunque ammette che è impossibile al momento immaginare un Natale o feste con pranzi affollati. Infatti la seconda ondata è stata un vero e proprio gancio in faccia alla penisola, con il Presidenmte del Consiglio che chiede un ultimo sforzo in vista dell’arrivo del vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, zona rossa e arancione: quali regioni cambiano colore oggi

Covid, Conte sul vaccino: “Pronto un piano per la distribuzione”

Covid Conte Vaccino
Il Presidente del Consiglio spiega il nuovo piano (Screenshot)

Dopo aver chiesto un ultimo sforzo al popolo italiano, il premier Conte ha ricordato che la situazione è critica in tutta Europa. Proprio per questo è importantissimo un impegno collettivo. Ma non solo, infatti il premier è tornato sulla situazione “vaccino“. Per Conte presto in Parlamento sarà presentato un piano per testare la sicurezza e la distrubuzione del farmaco anti Covid-19. Una volta studiato il piano, il Governo renderà pubblico il criterio ed il piano di distribuzione delle dosi, in modo da garantire efficienza e sicurezza.

Durante la sua intervista a La Stampa, Giuseppe Conte ha garantito anche che i contributi dei due decreti ristori non saranno esigui e che è pronto ad intervenire per tutti coloro che hanno subito perdite, con uno scostamento nel 2021 ed una revisione di bilancio del 2020. Inoltre il Governo è intervenuto anche sulla delicata situazione Calabria, affermando che Gino Strada potrebbe essere il nome giusto.

Infine Conte non ha dubbi sulla tenuta del Governo, affermando che negli ultimi giorni ha parlato anche con la Maggioranza, confermando la volontà di aggiornare l’accordo di programma e realizzare le riforme utili per il paese. Conte ha concluso ricordando la complessità di questo periodo storico, con tutte le difficoltà e le sfide presentate dal Governo che rimarrà coeso fino alla fine della legislatura.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino anti Covid Pfizer, quando dovrebbe arrivare in Italia

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui