Coronavirus, Viminale: “Più controlli per evitare assembramenti”

0

Coronavirus, nella giornata di ieri il Viminale ha inviato una circolare ai prefetti invitandoli a limitare gli assembramenti nei weekend

coronavirus viminale
Coronavirus, dal Viminale arriva una circolare rivolta ai prefetti (Getty Images)

L’emergenza Coronavirus in Italia si fa sempre più preoccupante. Mentre nelle regioni appartenenti alla zona rossa sono vietati tutti gli spostamenti non essenziali, nel resto del Paese ci si può ancora spostare entro i limiti del coprifuoco. Durante il primo weekend col nuovo Dpcm in vigore, si sono registrati molti assembramenti molto rischiosi.

A tal proposito, nella giornata di ieri il capo di gabinetto del ministero dell’interno Bruno Frattasi ha inviato una circolare ai vari prefetti. L’obiettivo – fa sapere il Viminale – è quello di aumentare i controlli nelle grandi città, così da evitare ulteriori assembramenti nei prossimi fine settimana. Da concordare con i sindaci, i prefetti dovranno attuare nuove strette per contenere il fenomeno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Zampa: “Natale solo con parenti stretti, pronte delle regole”

Coronavirus, Viminale: “Evitare assembramenti quando possibile”

nuovo dpcm
Bisogna evitare assembramenti quando possibile (Getty Images)

Come comunicato dal Viminale, nella giornata di ieri dal ministero dell’Interno è stata inviata una circolare a tutti i prefetti, con l’obiettivo di evitare gli assembramenti quando possibile. L’emergenza Coronavirus continua a far registrare numeri molto alti, e la prevenzione è la prima arma per arginare una situazione che rischia di diventare critica.Bisogna prevenire eventi di questo tipo, i sindaci possono far ricorso alla chiusura temporanea di specifiche aree aperte al pubblico. Bisogna procedere soprattutto laddove non è possibile assicurare il rispetto delle distanze di sicurezza” si legge nella circolare.

Sempre all’interno della circolare, il Viminale fa sapere che le riunioni dei Comitati saranno occasione utile per un confronto, anche per considerare le varie funzioni di monitoraggio del virus. Infine, viene chiesto ai prefetti di far sapere al gabinetto del ministero dell’Interno l’esito delle varie riunioni e le eventuali criticità emerse.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, possibile nuovo lockdown in Italia: quando si deciderà

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui