Puglia, Emiliano ai genitori: “Non mandate i vostri figli a scuola”

0
18

Il governatore della Puglia Michele ha rivolto un appello ai genitori affinché non mandino più i propri figli a scuola a scelgano la didattica a distanza. 

Getty Images

Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha rilasciato un’intervista al sito norbaonline.com per parlare dell’emergenza sanitaria in corso. Il governatore si è dimostrato molto preoccupato per la situazione attuale e ha chiesto pubblicamente ai genitori di scegliere per i figli la didattica  distanza dove è possibile: “Faccio mio l’appello dei pediatri: evitate di mandare i bambini a scuola in presenza, questo è più sicuro sia per i bambini che per la salute pubblica. Scegliete, se possibile, la Dad, e da casa – sia pure con tutti i limiti – cercate di fare il possibile, fino a quando i dati epidemiologici non scenderanno”.  Emiliano in Puglia ha appena varato un’ordinanza che consente la riapertura delle scuole elementari e media, mentre le superiori continueranno a restare chiuse e ad utilizzare la didattica a distanza. 

Leggi anche: Covid, Conte sulla gestione pandemia: “Governo mai andato in vacanza”

Emiliano: “Legittima eventuale scelta di non mandare i figli a scuola”

Getty Images

Già nella giornata di ieri il governatore aveva rivolto attraverso un post su facebook un invito “a tutte le famiglie pugliesi che hanno deciso di optare per i loro figli per la didattica a distanza che nessuno può obbligarli ad accettare la didattica in presenza che in questo momento espone a forte rischio di contagio. Se la Dad non è immediatamente disponibile, potete pretenderla a tutela del diritto allo studio dei vostri figli e la scuola in breve tempo deve garantirvela. È dunque legittima l’eventuale scelta di non mandare i vostri figli a scuola anche quando si eserciti su di voi un convincimento sostenendo che non è possibile assicurarvi la Dad. Non siate remissivi e fate valere le vostre ragioni con determinazione. Segnalatemi questi casi e io interverrò presso l’ufficio scolastico regionale o presso la Prefettura”

Leggi anche: Covid, Lamorgese su altri lockdown: “Attendiamo risultati del Cts”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui