Decreto Ristori, Castelli: “Valutiamo risorse anche per attività non chiuse” 

Decreto Ristori, possibili aiuti anche per le attività non chiuse. Lo ha rivelato oggi Laura Castelli, vice ministro dell’economia, intervenuta quest’oggi a Radio 24.

laura castelli coronavirus mutui tasse sospesi italia
Laura Castelli conferma la direzione del Governo verso sospensione tributi (websource)

Il Decreto Ristori potrebbe riguardare non solo le attività chiuse dalle norme anti Covid-19, ma anche per quelle rimaste aperte ma che hanno registrato un significativo calo del fatturato. Lo ha riferito Laura Castelli, vice ministro dell’economia, intervenuta quest’oggi a Radio 24. E’ una delle tante soluzioni valutate a livello politico per far fronte all’emergenza anche economica oltre che sanitaria.

Decreto Ristori

Decreto Ristori,

“Il Movimento 5 stelle – rivela – sta pensando a misure di ristoro anche per le attività che non hanno chiuso ma comunque danneggiate da questa situazione”. E ancora: “Dobbiamo pensare a nuove misure man mano che si verificano certe situazioni o necessità, pertanto adesso stiamo valutando questa nuova soluzione”.

Potrebbe interessarti anche —-> Di Maio: “Parlare di rimpasto di governo è fantascienza”

Nel frattempo proprio ieri sera il ministro dell’economia, Roberto Gualtieri, ha annunciato nuovi aiuti per i cittadini in difficoltà a causa del nuovo Dpcm. Tutti coloro che hanno presentato domanda lo scorso mese riceveranno un bonifico sullo stesso conto corrente, in maniera automatica, e dunque senza nuova domanda. La liquidità, ha garantito il ministro, dovrebbe arrivare entro due settimane.

E’ stato inoltre ampliata la lista dei settori che potranno beneficiare di tali aiuti e sono state inserite anche altre agevolazioni nel suddetto decreto. “Come la cancellazione della seconda rata dell’Imu per i proprietari che sono anche gestori delle attività, il credito di imposta per tre mesi di affitto, e la sospensione del versamento dei contributi previdenziali a novembre, saranno estesi ai nuovi settori destinatari dei ristori”. 

Leggi anche —-> Covid-19, Viminale: “Possibile chiudere le piazze prima delle 21”