Covid-19, De Magistris: “Zona rossa a Napoli è l’unica soluzione”

Covid-19, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha lanciato l’allarme. Per risolvere la situazione, serve la zona rossa

covid-19 de magistris
Covid-19, il commento del sindaco di Napoli De Magistris sull’emergenza (Getty Images)

L’emergenza Covid-19 continua ad essere molto preoccupante anche in Italia. Dallo scorso venerdì è attivo il nuovo Dpcm, che ha diviso le varie regioni in zona gialla, arancione o rossa a seconda del livello di criticità. Nell’ultima fascia non ci è finita la Campania, nonostante le minacce del governatore De Luca delle settimane scorse e le proteste che ne erano scaturite.

Intervenuto sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha parlato proprio di questo. “Penso che ormai la zona rossa con immediati ristori per chi rimane senza soldi sia l’unica soluzione valida per salvarci, non vedo vie alternative” si legge nel post: “Ovviamente si tratterà di una sconfitta, come quella che ci vede come unico caso in Europa con le scuole chiuse per i più piccoli. Non fateci scegliere se morire di Covid-19 o di fame“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Toti: “I dati della Liguria? Sono precisi ed accurati”

Covid-19, De Magistris: “Solo zona rossa evita assembramenti”

De Magistris
Il primo cittadino ha chiesto la zona rossa in Campania (via Getty Images)

Con un lungo post sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha commentato l’attuale emergenza Covid-19, “sfogandosi” contro il governo per le decisioni prese. “Sento annunciare dal Presidente della Regione il lockdown, vedo che il prof. Ricciardi è sulla stessa linea d’onda, ma alla fine siamo finiti in zona gialla” ha scritto il sindaco: “Ma cosa stanno aspettando a chiudere tutto? Perché dopo venti giorni in cui ci dite che siamo in zona rossa, finiamo improvvisamente in quella gialla?“.

De Magistris ha lanciato l’allarme, per una situazione che sta diventando sempre più insostenibile. “La nostra città sta subendo danni enormi, ma non per colpa dei napoletani. Se la sanità è al collasso e la gente muore, di certo non bisogna puntare il dito contro i cittadini” continua il primo cittadino di Napoli: “A voi non posso far altro che ricordarvi di ridurre le relazioni sociali, indossare le mascherine e rispettare il distanziamento“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid-19, Viminale: “Possibile chiudere le piazze prima delle 21”

Attenzione, il momento è di alta tensione. Non mi stancherò di ripetere il mio pensiero fondato su valutazioni oggettive…

Pubblicato da Luigi de Magistris su Domenica 8 novembre 2020