Covid-19, Brusaferro: “Da lunedì si vedranno gli effetti del Dpcm” 

Covid-19, il professor Silvio Brusaferro fa il punto della situazione. Intervistato da La Repubblica di oggi, l’esperto mostra un cauto ottimismo e parla di possibili risultati già da lunedì. 

Covid-19 brusaferro
Il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ha commentato il nuovo Dpcm (Instagram)

Attenzione in Italia alla prossima settimana, perché potrebbero arrivare buone notizie sul Covid-19. Lo riferisce e lo spera Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, intervenuto quest’oggi ai microfoni de La Repubblica. A suo avviso, infatti, già dai prossimi giorni si potrebbero vedere i primi effetti dei nuovi Dpcm con una prima frenata della curva epidemiologica.

Covid-19
 (Foto: Getty)

Covid-19, Brusaferro fa il punto della situazione

“Già dalla prossima settimana speriamo di vedere miglioramenti negli indicatori dell’epidemia. Se rispettiamo i divieti, potremo ridurre la diffusione del virus e riaprire le attività commerciali”. Un rallentamento dalla pandemia, del resto, permetterebbe alle zone rosse di tornare a respirare passando in una fascia arancione, quindi comunque con delle restrizioni ma non simili a un lockdown alternativo.

Potrebbe interessarti anche —-> Migranti, altri sbarchi a Lampedusa: 249 all’hotspot

E c’è ovviamente un motivo del perché alcuni risultati potrebbero essere osservabili già adesso: “In genere a partire dalla terza settimana si apprezzano gli effetti. Calcolando che il primo Dpcm è stato emesso nella seconda metà di ottobre, questa settimana ne valuteremo l’efficacia”. Preferisce non pronunciarsi, invece, quando gli si chiede di nuove possibili zone rosse nelle prossime settimane.

Per quanto riguarda invece il Natale, l’esperto sanitario anche mostra un cauto ottimismo. E’ ormai chiaro che non sarà possibile trascorrere delle feste natalizie come nei scorsi anni, con baci, abbracci e cenoni, ma quanto meno: “se ci atteniamo alle prescrizioni, avremo un Natale diverso dall’anno scorso, ma sereno”. Speriamo.

Leggi anche —-> Covid-19, Viminale: “Possibile chiudere le piazze prima delle 21”