Precipita con il parapendio, un morto vicino a Pavia

Precipita con il parapendio nel fiume Ticono, morto un 50enne vicino a Pavia. Potebbe essere rimasto incastrato nel mezzo

Parapendio precipita nel fiume Ticino, un morto (Pixabay)

Incidente mortale nel pomeriggio di oggi vicino a Vigevano. All’improvviso un parapendio a motore si è inabissato nel Ticino e ha perso la vita un 50enne della zona, Roberto Pambieri, appassionato di questo tipo di volo.

Titolare con il padre della farmacia di Albairate, paese in provincia di Milano e distante una quindicina di chilometro dal luogo dell’incidente. Pambieri era decollato poco prima e  come ha riferito un testimone, lo stesso che ha allertato i soccorsi, all’improvviso il mezzo si è abbassato. Poi ha cominciato a volare radente al pelo dell’acqua prma di inabissarsi all’improvviso.

I soccorsi dei Vigili del Fuoco (Websource)

Il pilota non è riucito a liberarsi dalle cinture che lo tenevano ancorato al mezzo e potrebbe essere morto annegato, ma a stabilirlo sarà l’autospia dei prossimi giorni. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco di Vigevano e del nuceo fluviale di Pavia, oltrfe ai sommozzatori di Milano e un elicottero da Malpensa. Con loro anche gli i sommozzatori dei vigili del fuoco di Vigevano, del nuceo fluviale di Pavia, i sommozzatori di Milano e un elicottero da Malpensa, oltre agli agenti del commissariato di Vigevano che ora dovramnno chiarire i contorni della tragedia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Domodossola, tragedia in parapendio: 17enne cade in acqua e affoga

Incidenti con il parapendio, altri due casi negli ultimi giorni in Lombardia

Non è stato però l’unico incidente di oggi in Lombardia con un parapendio. In provincia di Brescia, nei pressi della località Forcella di Sale, un appassionato in fase di atterraggio dopo il volo è finito su un albero precipitando al suolo.

Elisoccorso
Elisoccorso in azione(Pixabay)

Così è stato costretto ad intervenire l’elisoccorso di Brescia affiancato dalle squadre territoriali del Soccorso alpino, con otto tecnici. L’uomo è stato trattato soccorso sul posto e poi spostato in una zona in cui è stato possibile issarlo sull’elicottero con il verricello. Quindi è stato trasferito in ospedale.

Lunedì scorso invece in provincia di Lecco un altro pilota decollato con il parapendio, a causa della nebbia era finito su un albero. Illeso era riuscito a scendere da solo e ha cercato di tornare a piedi ma ha perso l’orientamento. Così ha chiesto aiuto anche se non è stato facile ritrivarlo pèerch*é il suo cellulare non aveva il Gps. In ogni caso i tecnici sono riusciti ad arrivare sul posto e lo hanno riportato suil sentiero, verificando che le sue condizioni erano comunque buone.