Usa, ex stratega di Trump bannato dai social: il motivo

Usa, l’ex stratega di Trump Steve Bannon, è stato bannato dai social con l’accusa di incitamento alla violenza. 

Getty Images

Facebook, Youtube e Twitter hanno deciso di bannare l’ex stratega di Trump Steve Bannon. D’altronde le dichiarazioni che l’uomo ha rilasciato non potevano certo passare inosservate. È accaduto infatti che, ospite di un podcast americano, Bannon, che dava per scontata la rielezione di Donald Trump, abbia suggerito per il bene del paese di decapitare l’immunologo Anthony Fauci, noto in questi ultimi mesi per gli scontri avuti con il tycoon sulla gestione della pandemia, e il direttore dell’Fbi Christopher Way. Parole che hanno portato le principali a sospendere in modo perenne ( e dunque non temporaneo) l’account di Bannon per incitazione alla violenza.  

Leggi anche: Elezioni Usa, Biden a sei grandi elettori dalla vittoria: furia Trump

Elezioni Usa, Trump: “Vogliono rubarci le elezioni”

Getty Images

“Vogliono rubarci le elezioni“. Questo il commento di Donald Trump alle recenti proiezioni che sembrano ormai incoronare Biden come prossimo presidente Usa. Il Tycoon sostiene infatti che i voti postali siano stati truccati e dunque vadano conteggiati. Ma d’altronde Trump si era opposto a questa modalità di voto, istituita per evitare assembramenti considerato che la pandemia egli Usa è abbastanza lontana dall’essere sconfitta, da molto tempo prima delle elezioni. Bisognerà però adesso verificare se il Presidente Usa in carica riuscirà a fornire delle prove convincenti. Di sicuro, per l’ennesima volta ha regalato ai giornalisti una conferenza stampa piena di spunti per le prime pagine di domani.

Leggi anche: Elezioni Usa 2020: “Trump rischia una sconfitta imbarazzante”