Savona, sindaco leghista si ribella: “Bar e ristoranti aperti fino alle 23”

0
33

Savona, sindaco leghista si ribella: “Bar e ristoranti aperti fino alle 23”. Il primo cittadino di Pontinvrea spiega il motivo per cui non rispetterà il decreto ministeriale

ristoranti e bar aperti a Pontinvrea
Savona, sindaco leghista si ribella: “Bar e ristoranti aperti fino alle 23” (Foto: Getty)

Il nuovo Dpcm approvato dal Governo Conte sta facendo discutere. La divisione del Paese in tre fasce, rossa, arancione e gialla, ha aperto un contenzioso tra le Regioni e l’esecutivo. Ogni governatore ha avuto da ridire sul collocamento del suo territorio, rivendicando misure diverse o “invidiando” le direttiva prese per gli altri. Il ministro della Salute Speranza ha già convocato alla Camera una riunione per informare tutti sui criteri di scelta della macro-aree e ridimensionare una polemica che sta montando nelle ultime ore. Nel frattempo però c’è chi non vuol sentir parlare di coesione e unità, accettando di buon grado l’ordinanza. Si tratta del sindaco leghista di Pontinvrea (Savona) che al contrario ha deciso di prendere la direzione opposta e contravvenire al decreto ministeriale.

Matteo Camiciottoli ha deciso di lasciare aperti bar e ristoranti fino alle ore 23, in pieno contrasto con il coprifuoco nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, nella Zona Rossa torna l’autocertificazione: scarica il modulo

Savona, sindaco leghista di Pontinvrea contravviene al Dpcm: “Bar e ristoranti aperti fino alle 23”

Ristoranti e Bar aperti
Savona, sindaco leghista si ribella: “Bar e ristoranti aperti fino alle 23” (Foto: Getty)

Nell’ordinanza firmata dal sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli, si legge: “Disattendiamo il Dpcm del 24 ottobre scorso per due motivi principali. Il primo perché il decreto presenta profili di incostituzionalità palesi con evidente violazione dell’inviolabilità della libertà personale. Il secondo perché non ci sono dati scientifici che provino che nei ristoranti e nei bar dopo le 18 si possa contrarre il virus del Covid-19“.

Il primo cittadino leghista prosegue: “Queste mancanze di evidenze scientifiche testimoniano solo che il Governo ha perso tempo prezioso per fronteggiare l’emergenza. Hanno avuto ben sei mesi di tempo per trovare delle soluzioni e invece nulla. Queste iniziative, oltre ad essere incostituzionali sono anche improvvisate e non tengono conto del dramma economico e sociale dei vari territori più deboli dell’entroterra“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, l’appello di Speranza: “Le Regioni facciano la propria parte”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui