Francia, Macron: “Aumentiamo controlli alle frontiere, ritrattare Schengen”

0
23

Francia, Macron ha annunciato che raddoppia il numero degli agenti alle frontiere per contestare con più efficacia il terrorismo

francia macron
Francia, il presidente Macron ha annunciato che aumenteranno i controlli alle frontiere (Getty Images)

Gli ultimi giorni sono stati purtroppo caratterizzati da diversi attacchi terroristici in tutta Europa. Nizza e Vienna sono state teatro di atrocità di matrice fondamentalista, che hanno shockato tutta la popolazione. In Francia, il presidente Emmanuel Macron ha annunciato poco fa che raddoppiano gli agenti posti alle frontiere del Paese.

Per lottare contro la minaccia terroristica e vista l’ultima intensificazione della stessa, abbiamo deciso d raddoppiare gli agenti che controllano i nostri confini da 2400 a 4800” le sue parole, alle quali ha aggiunto:Teniamo sott’occhio anche i traffici e l’immigrazione clandestina. Sono favorevole a riformare Schengen in profondità, aumentano i controlli alle frontiere. Porterò le mie proposte al Consiglio europeo di dicembre” ha spiegato durante la visita alla frontiera franco-spagnola al colle del Perthus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elezioni Usa, continuano le proteste in diversi Stati: il punto sulla situazione

Francia, Macron: “Necessario riorganizzare Schengen”

francia macron
Il suo intervento si è poi spostato sull’efficacia di Schengen (Getty Images)

Gli ultimi attentati terroristici che hanno avuto luogo in Europa sono ancora sotto gli occhi di tutti. Dopo ciò che è accaduto a Nizza, il presidente francese Emmanuel Macron – in visita alla frontiera al colle del Perthus – ha annunciato che raddoppieranno gli agenti messi a controllare ingressi e uscite. Inoltre, nel corso del suo intervento, ha spiegato anche come proporrà al Consiglio Europeo delle importanti modifiche al trattato di Schengen.Serve ripensare all’intera organizzazione. Necessario una vera polizia di sicurezza alle frontiere esterne. Voglio fare ciò sotto la presidenza francese” le sue parole.

Proprio per questo motivo, come dead-line ha posto il primo semestre del 2022.Si dovrebbe trattare di una rifondazione di Schengen, con uno spazio più coerente e che protegga meglio le sue frontiere comuni. Gli imperativi di responsabilità di protezione delle frontiere devono essere alla baseha concluso.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Nuovo lockdown in Grecia, annuncio del Premier: i dettagli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui