Rubano un motorino, ma restano senza benzina: chiedono soldi a poliziotto

Due ragazzi, dopo aver rubato un motorino, restano senza benzina a Porto Sant’Elpidio e chiedono soldi ad un poliziotto: la vicenda

agente
Agente di polizia (photo Pixabay)

A chi non è mai capitato di rimanere a secco con il carburante del proprio mezzo, che sia un’auto o ancor più un motorino, ma nessuno, si spera, si è mai imbattuti nella vicenda che stiamo per raccontarvi.

Qualche giorno fa, a Porto Sant’Elpidio, due ragazzi a bordo di un scooter si ritrovano senza benzina nel proprio mezzo e sono costretti a fermarsi. Gli individui, però, il ciclomotore l’avevano rubato ed a peggiorare la loro situazione ci si è messo il fatto di aver fermato involontariamente un poliziotto in borghese per chiedere 5 euro per far rifornimento.

LEGGI ANCHE—> Elezioni USA 2020, risultato definitivo non prima di venerdì: la situazione

Rubano motorino e chiedono benzina ad un poliziotto: com’è andata a finire

L’agente in borghese, esperto nel fiutare situazioni sospette, a seguito della richiesta dei due ragazzi ha deciso di approfondire la vicenda. Proprio da approfondite indagini è stato scoperto che il motorino era stato rubato nel maceratese il 28 ottobre. Uno dei due ragazzi ha confessato di aver guidato lo scooter rubato per il percorso di cui sopra ed è stato denunciato per ricettazione. La Polizia è riuscita, comunque, a consegnare il mezzo al proprietario.

Il reato di ricettazione viene punito con una reclusione da 2 ad 8 anni più una pena pecuniaria tra i 516 ed i 10.329 euro. La ricettazione prevede l’arresto facoltativo in flagranza o quello obbligato nei casi in cui il bene provenga da una rapina, estorsione o furto aggravati.

LEGGI ANCHE—> Kujtim Fejzulai, chi era l’autore dell’attacco di Vienna