Elezioni Usa 2020: “Trump rischia una sconfitta imbarazzante”

Le elezioni Usa 2020 stanno giungendo al termine. Biden è in vantaggio, al momento, su Donald Trump e il clima in America è diventato caldissimo. 

Elezioni Usa 2020
Elezioni Usa 2020(Getty Images)

La sfida tra Joe Biden e Donald Trump sta giungendo nelle battute finali. Il Presidente in carica parla di brogli elettorali riferendosi ai voti postali che potrebbero regalare la vittoria al suo rivale. I fari sono puntati su cinque Stati: Georgia, Michigan, North Carolina, Pennsylvania e Wisconsin.

Il clima è infuocato e Joe Biden canta vittoria anzitempo mentre Donald Trump attacca dicendo: “stanno tentando di rubarci le elezioni”. Il candidato democratico punta tutto sugli scrutini del voto per posta, votazione al quale si è dovuti ricorrere in alcuni Stati a causa della pandemia da coronavirus.

Joe Biden ha conquistato la maggioranza negli Stati del Virginia, Minnesota e dell’Arizona. Dopo essere passato in vantaggio nel Wisconsin il candidato democratico ha completato la rimonta su Trump anche in Michigan.

Il Presidente in carica invece guida in Pennsylvania, North Carolina e Georgia. Nel Midwest invece la situazione è in bilico in quanto resta ancora da attendere lo scrutinio in Nevada.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Amanda Knox: “Elezioni? Niente peggio dei 4 anni passati in Italia”

Elezioni Usa 2020: “Trump rischia una sconfitta imbarazzante”

Usa 2020 Biden
Elezioni Usa 2020 (getty images)

Lo staff di Joe Biden è molto fiducioso sull’esito delle elezioni USA 2020. Secondo loro, il prossimo Presidente degli Stati Uniti sarà il candidato democratico. Jen O’Malley Dillon, il manager della campagna dell’ex vicepresidente, inoltre sottolinea che “Donald Trump rischia una sconfitta imbarazzante se decidesse di ricorrere alla Corte Suprema per le elezioni effettuate per posta”.

Anche Donald Trump scende in campo e contrattacca virtualmente su Twitter affermando: “Fino a ieri ero in vantaggio su Biden, anche negli stati governati dai democratici. Dopo che è iniziato lo scrutinio dei voti per posta, quasi magicamente lui ha ribaltato il risultato. Molto strano”.