Covid-19, lockdown parziale anche in Portogallo: la direttiva 

Covid-19, scatta la chiusura anche in Portogallo. Non si tratterà di un lockdown totale ma parziale: ecco quanto annunciato dal Premier lusitano. 

Anche il Portogallo si rintana parzialmente causa Covid-19. Dopo Francia, Germania e Gran Bretagna, anche il Paese lusitano va in lockdown seppur non totale. Ad annunciarlo è stato direttamente il Premier Antonio Costa: la direttiva scatta da mercoledì 4 novembre e riguarderà almeno il 70% della popolazione nazionale.

Covid-19, lockdown anche in Portogallo

Il capo politico della nazione, a margine del consiglio straordinario tenutosi ieri per la nuova emergenza post vacanza, si è pronunciato così: “E’ giunto il momento di inserire misure più restrittive al fine di poter tenere sotto controllo questa pandemia. Ora tutti saranno chiamati a rispettare queste regole con dovere civico e rispettando il confinamento domiciliare finché la curva epidemiologica non rientrerà”. 

Potrebbe interessarti anche —-> Nuovo Dpcm, dalle zone rosse a nuove chiusure: cosa cambierà

Gli unici motivi per poter lasciare la propria casa saranno i seguenti: lavoro, scuola o spesa. Gli istituti scolastici infatti torneranno ad essere aperti, mentre lì dove sarà possibile si opterà per lo smart-working. Le aziende, in ogni caso, dovranno ricorrere ad orari scaglionati al fine di non creare assembramento presso le proprie sedi. Gli esercizi commerciali invece dovranno chiudere al massimo entro le 22.00.

Si valuta inoltre di dichiarare lo stato d’emergenza per i territori più a rischio del Portogallo. Questo provvedimento durerebbe due settimane, per poi rivalutare di volta in volta un cancellamento o una sua conferma. Vietati, intanto, i viaggio tra vari comunica dal venerdì al martedì e scatta l’obbligo della mascherina anche all’aperto.

Leggi anche —-> Covid e Influenza: come distinguere i sintomi e cosa fare