Covid nel mondo, Trump attacca i medici: scontri anche a Barcellona

Continua l’emergenza Covid nel mondo, con Trump che accusa i medici. Scontri anche a Barcellona, mentre Bolsonaro “rassicura” il Brasile.

Covid mondo
Per il tycoon i medici si stanno arricchendo con i morti da Coronavirus (Getty Images)

I casi da Covid-19 nel mondo continuano a crescere, con gli Usa che hanno fatto registrare un nuovo record di contagi giornaliero. Infatti nel paese a stelle e strisce il numero dei contagi giornalieri sale a 94mila, mai così tanti. Una vera e propria situazione d’emergenza, che non sarà arrestata prima dell’arrivo di un vaccino, a meno che non si adotti un lockdown. Inoltre a riportare il dato è la John Hopkins University, ma secondo altre fonti interne, il dato dei nuovi contagi è di ben 97mila.

Ma ciò che stupisce ancora di più dell’andamento della pandemia sono le dichiarazioni di Donald Trump. Stavolta il tycoon non è andato contro il rivale Joe Biden, ma ha deciso di attaccare direttamente i medici americani. Per Trump, coloro che lavorano nel settore si stanno arricchendo grazie ai morti da Covid.

Il tycoon con le sue dichiarazioni lascia a bocca aperta il mondo intero. Trump ha infatti concluso affermando che ai medici converrebbe diagnosticare il Covid, visto che con i morti causati dalla pandemia guadagnerebbero 2mila dollari in più.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, siamo al rush finale: ma la sfida è diplomatica

Covid nel mondo, scontri a Barcellona: per Bolsonaro la pandemia sta per finire

Intanto cresce sempre di più la tensione anche in Spagna. Infatti anche qui, nella giornata di ieri, i nuovi casi sono aumentati arrivando a quota 25.595, un numero che preoccupa il governo spagnolo, pronto a tornare in lockdown. La situazione però ha creato un escalation di violenze, specialmente a Barcellona.

Nella capitale catalana, infatti, il popolo è sceso in piazza al grido di “Libertad” e ben presto si è rivoltato contro le forze dell’ordine. Oltre 700 persone in strada, tra cui alcuni rivoltosi che hanno lanciato transenne e bottiglie. Secondo i media sono oltre 50 gli agenti feriti e 12 le persone arrestate.

Mentre invece in Brasile lasciano a bocca aperta le parole del premier Jair Bolsonaro. Infatti il presidente del Consiglio Brasiliano ha affermato che la pandemia sta per finire, definendo il Covid-19 come una piccola influenza. Ma al momento però sono i numeri a smentire il presidente brasiliano, grazie ai 22mila nuovi casi ed altri 508 decessi causati dal Covid nella giornata di ieri.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Conte annuncia: “Stop licenziamenti prolungato fino a marzo” 

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !