Coronavirus, la Regione Campania chiude le scuole dell’infanzia

0

La Regione Campania ha deciso di chiudere le scuole dell’infanzia a partire da lunedì. L’ombra di un nuovo lockdown sembra vicina. 

Getty Images

La Regione Campania ha deciso di chiudere le scuole dell’infanzia fino alla giornata di lunedì. Questa la direttiva contenuta nell’ordinanza numero 86 appena firmata dal governatore Vincenzo De Luca. La misura al momento è valida fino al 14 Novembre. Un eccezione viene però fatta nei confronti degli alunni che risultano affetti da disturbi dello spettro autistico o autismo che potranno continuare a seguire le lezioni di presenza. Una nuova misura restrittiva che testimonia come questa seconda ondata di contagi ci stia lentamente riportando a una situazione molto simile a quella di Marzo. La Francia ha già dichiarato il lockdown nazionale alcuni giorni fa e anche la situazione in Germania sembra peggiorare di giorno in giorno. 

Leggi anche: Puglia, proteste dei genitori davanti alle scuole: zaini appesi ai cancelli

Coronavirus, Conte: “Tutti i governi Ue costretti a fare un passo indietro”

Getty Images

Nella giornata di ieri, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è andato a riferire alla Camera sul nuovo Dpcm firmato dal governo nella giornata di domenica. La tensione nel paese è alta. Le nuove misure restrittive impongono a molti locali una vera e propria chiusura e la disperazione dei commercianti non sarà semplice da gestire per il governo. E il premier ai presenti, ha cercato di spiegare il difficile ruolo in cui si trova di fronte a un’emergenza sanitaria che riguarda ormai tutto il mondo: “Tutti i governi Ue con i loro meriti e demeriti, e ciò riguarda anche il nostro governo, sono stati costretti a fare un passo indietro. La scorsa settimana il presidente Mattarella ci ha ricordato che tutte le articolazioni dell’ordinamento democratico sanno di dover operare sempre con spirito di unità e coesione. Questo, se mi permettete, è davvero il momento di restare uniti”.

Leggi anche: Coronavirus, Zangrillo: “La situazione non è così grave”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui