Genova, scappa pensando di essere inseguito ma ero solo drogato

0
40

Genova, si era rifugiato in un giardino privato per sfuggire all’aggressione da parte di alcuni sconosciuti fino all’arrivo delle forze dell’ordine. 

Getty Images

A Genova, nel quartiere di Borzoli, un uomo di origini marocchine di 36 anni ha deciso a un certo punto di nascondersi all’interno di un giardino privato. L’uomo, come ha riferito in seguito, stava cercando di scappare in quel momento da alcuni inseguitori e ha deciso di scavalcare una recinzione privata, armato oltretutto di un coltello. Gli inquilini della casa si sono svegliati spaventati da tutto quel rumore e temendo che si trattasse di un furto hanno immediatamente avvisato la polizia. A quel punto, una pattuglia si è immediatamente recata sul posto. 

Leggi anche: Carpi, la Polizia gli sequestra l’auto e lui decide di rubarla

Genova, entra armato di coltello in un giardino privato

Getty Images

Una volta arrivati, gli agenti di Polizia hanno trovato l’uomo che si nascondeva in mezzo alle piante armato di coltello. Alla vista dei poliziotti però il suo sguardo si è rilassato e gli andato incontro spiegandogli che si era nascosto per sfuggire a un’aggressione. Degli sconosciuto infatti avevano iniziato a perseguitarlo. Peccato che subito dopo queste affermazioni, il 36enne abbia anche detto alle forze dell’ordine di aver assunto una dose molto importante di cocaina. A quel punto gli agenti, non trovando alcuna prova riguardo i suoi presunti aggressori hanno compreso che l’uomo era in preda a un’allucinazione. Subito dopo lo hanno condotto in centrale e adesso è accusato di violazione di domicilio e possesso ingiustificato di armi. 

Leggi anche: Russia, lo strano racconto degli astronauti della Saljut 7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui