Il Trentino sfida il Dpcm: ristoranti aperti fino alle 22

0
51

Il Trentino sfida il Dpcm e opta per un lockdown molto soft: i ristoranti rimarranno aperti fino alle 22, i bar alle 20

Il Trentino sfida il Dpcm, ritoranti aperti fino alle 22 (Websource)

Volete cenare al ristorante in santa pace? Andate in Trentino Alto Adige. Se tutto il resto d’Italia, per adeguarsi alle norme del Dpcm firmato ieri dal premier Conte, chiuderà da oggi ristoranti e altri locali alle 18, a Trento, Bolzano e provincia no. Apprpfittando del loro statuto autonomo, i due presidenti di provincia hanno infatti optato per un lockdown molto soft.

Quindi i ristoranti in tutto il Trentino Alto Adige potranno chiudere alle 22 sette giorni alla settimana mentre i bar tireranno dritto fino alle 20 per non perdere l’ora dell’aperitivo. Secondo i due presidenti esitono i margini per permettere di osservare quelle aperture diverse dal resto dell’Italia.

I protocolli sanitari sono chiari e non c’è motivo per pensare che non saranno osservati. “Assieme agli altri presidenti di Regione, abbiamo fatto presente al Governo che precludere il pasto serale significa costringere alla chiusura la maggior parte degli esercizi. Naturalmente se la curva dei contagi non dovesse imporre ulteriori restrizioni”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuovo Dpcm, novità in arrivo per bar, ristoranti e palestre: cosa cambierà

Trentino, i contagi salgono ma i locali restano aperto. Coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino

Fase 2 18 maggio
Bar e ristoranti, il Trentino isola felice (Getty Images)

La decisione delle due Province Autonome del Trentino va anche contro alla realtà dei contagi. Oggi infatti la provincia di Bolzano ha fatto segnare  il record di contagi giornalieri con 337. Per questo, se da una parte bar e ristoranti ppotranno andare oltre l’orario previsto nel resto d’Italia, però è anche in vigore il coprifuoco in tutto il territorio di Bolzano autonoma scatta dalle 23 fino alle 5 del mattino. Inoltre prevista la didattica a distanza al 50% del tempo nelle scuole superiori.

Inoltre la provincia di Bolzano ha deciso di chiudere sabato e domenica i centri commerciali: in realtà sabato i negozi di generi alimentari all’interno dei centri commerciali saranno aperti, domenica invece  chiusura totale ad eccezione delle farmacie di turno. Autorizzato anche lo svolgimento delle partite dei campionati maggiori, ma senza la presenza di pubblico. Chiuse palestre e piscine, con la sola eccezione per gli allenamenti organizzati delle società di nuoto affiliate alla Federazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui