Didattica a distanza, Conte: “Scelta obbligata, vi chiedo collaborazione”

0
50

In occasione della cerimonia in onore di Willy Monteiro, il premier Giuseppe Conte ha commentato la decisione presa relativa alla didattica a distanza 

didattica distanza conte
Sul tema didattica a distanza, è intervenuto il premier Giuseppe Conte (via Getty Images)

Continuano a salire i contagi di Coronavirus in Italia. L’emergenza si sta facendo sempre più preoccupante, tanto che da oggi è attivo il nuovo Dpcm con regole ancor più stringenti. Le polemiche per la chiusura anticipata di bar e ristoranti si stanno susseguendo nel corso degli ultimi giorni, e sembrano destinate a continuare ancora.

Questo tema non è però l’unico del Dpcm a far parlare. Tra le varie decisioni prese dal governo, c’è anche quella di istituire nuovamente la didattica a distanza per gli istituti superiori. In occasione della cerimonia in onore di Willy Monteiro, il premier Giuseppe Conte è intervenuto in videoconferenza e ha affrontato anche questo tema.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, De Luca: “Nuovo Dpcm non basterà. La scuola ha triplicato i contagi”

Didattica a distanza, Conte: “Una decisione non facile”

didattica distanza conte
Una scelta obbligata per rallentare la curva di contagi (Foto: Getty)

Cari studenti, vi chiedo di comprendere e abbracciare la logica della didattica a distanza. Non è stata certamente una decisione semplice” ha esordito il premier Conte, in occasione della cerimonia in onore di Willy Monteiro: “Nonostante gli enormi sforzi per le lezioni in presenza, la curva del contagio ci impone di prendere questa scelta“. Almeno fino al prossimo 24 novembre, tutti gli istituti superiori avranno la didattica a distanza obbligatoria. Lo ha comunicato il presidente del Consiglio nella giornata di ieri, quando ha illustrato tutti i punti del nuovo Dpcm.

Contiamo di procedere con questa scelta solo per qualche settimana, il necessario per riportare la curva sotto controlloha continuato il premier, aggiungendo: “Per crescere, necessarie relazioni interpersonali. Col confronto continuo, saremo un Paese migliore“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Torino, taxi in rivolta contro il DPCM: “No alla chiusura alle 18”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui