Covid, Spadafora: “No a stop della Serie A in questo momento”

0
46

La situazione Covid-19 continua a peggiorare, con anche il campionato in bilico. Per Spadafora, al momento, dice no allo stop della Serie A.

Covid Spadafora
Il ministro dello sport dice no a blocco del campionato (Facebook)

Il continuo aumento di contagi da Covid-19 sta mettendo di nuovo in ginocchio il paese, con il Ministro Spadafora che ha dovuto interrompere tutti i campionati dilettantistici. Infatti per fermare il contagio sono stati fermati tutti i campionati dalla Serie D in giù e gli sport amataoriali. Al ministro dello Sport è stato chiesto anche se ci fosse in ballo la sospensione del campionato di Serie A. Ma Spadafora ha affermato che al momento non c’è bisogno di fermare il massimo campionato di calcio.

Infatti il Ministro è intervenuto durante la trasmissione di Fabio Fazio, “Che tempo che fa“, ha ricordato che alla Serie A è stato dato un protocollo che non ha funzionato come doveva perché non è stato rispettato. Spadafora ha continuato affermando che in altri campionati sono state create delle bolle, con intere squadre di calcio rinchiuse per tutelarsi. Mentre, come ricorda il Ministro, in Serie A sono stati adottati metodi molto discutibili.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19, Gualtieri: “Indennizzi più alti, tutto entro metà novembre” 

Covid, Spadafora: “Come Governo dobbiamo fare autocritica”

Covid Spadafora
Le parole del Ministro sulle misure del Governo (Foto: Facebook)

Durante il suo intervento da Fabio Fazio, il Ministro ha continuato affermando che il Governo stesso dovrebbe fare autocritica. Infatti per Spadafora bisognava adottare misure con effetti diversi, ma questo non è avvenuto. Il Ministro ha inoltre continuato dichiarando che le misure pensate in estate non hanno prodotto gli effetti sperati, e tra gli errori e le scelte discutibili c’è anche quella di riaprire le discoteche.

Spadafora ha poi concluso affermando che domani sarà approvato un decreto in Consiglio dei ministri. Il contenuto del decreto riguarderà soprattutto i contributi ai lavoratori sportivi e un fondo perduto perché molti non hanno più i soldi neanche per pagare gli affitti e le utenze. Infine il Ministro ha continuato affermando che la Cassa Integrazione, purtroppo, non esiste per gli sportivi, visti i contratti di lavoro del tutto atipici.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Conferenza Conte, illustrato il nuovo Dpcm: “Momento delicato per tutti”

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui